fbpx
Storie, Racconti, Notizie sul mondo del Vino

Tag: wine

MOMA 2019: quando vino e arte si fondono

MOMA 2019: quando vino e arte si fondono

Arte, Cantine, Eventi, Notizie, winestories
L’azienda vinicola Umberto Cesari, attraverso il progetto MOMA, riaccende il binomio tra vino e opera d’arte. MOMA (MyOwnMAsterpiece) rappresenta la linea di prodotti dell’azienda vinicola Emiliana, realizzata con un’opera d’arte originale esposta in etichetta. Tale opera viene scelta con l’Umberto Cesari Art Contest, che si tiene ogni quattro anni. Nel 2019 cade l'anno in cui va in scena la competizione realizzata per i giovani artisti: dal 24 gennaio all’11 marzo sarà possibile presentare le proprie opere, rassegnate prima da una giuria, e poi dagli utenti del web che, con un voto online, selezioneranno tra i finalisti il vincitore della terza edizione, che vedrà la sua opera sulle etichette destinate alla prossima linea MOMA. L’azienda Umberto Cesari, oltre al contest per
Le 5 cose che non ti aspetti sulla Barbera

Le 5 cose che non ti aspetti sulla Barbera

Notizie, vinoedaltro, winestories
Senza dubbio la Barbera è uno dei vini più diffusi sulle tavole degli italiani. Le principali caratteristiche di questo vino sono la sua forte colorazione, buona corposità e soprattutto la vena di fresca acidità, che la rende perfettamente abbinabile a moltissimi piatti della cucina dell'italiana. Oggi vi sveleremo 5 curiosità che probabilmente non sapete sulla Barbera: Tradizionalmente, “La” Barbera viene usato in riferimento al vino, mentre “Il” Barbera si riferisce all’omonimo vitigno. E’ il vitigno maggiormente coltivato in Piemonte. In questa regione non esiste alcun comune dove non si coltivi. Rappresenta circa il 35% dell’intera superficie vitata della regione, circa 50.000 ettari. E’ diffuso anche nelle vicine Lombardia ed Emilia Romagna. In generale rappresenta i
GO VEGAN! Anche il vino può essere vegano…

GO VEGAN! Anche il vino può essere vegano…

Cantine, Notizie, vinoedaltro, winestories
Il vino rientra insospettabilmente tra i prodotti non vegani. Quando, quindi, un vino può definirsi vegano? Ecco le 3 cose da non fare se si vuole produrre un vino vegano : Non utilizzare concimi che comportano lo sfruttamento degli animali Non impiegare alcun pesticida chimico durante la coltivazione della vite. Non avvalersi di “coadiuvanti tecnologici” nelle fasi di depurazione e chiarifica del vino.   In Italia si tende a confondere le terminologie Vegan e Bio. Attualmente le strade percorribili per ottenere la dicitura "vino vegano" sono due: l’autocertificazione la richiesta ad un ente o ad istituto autorizzato il rilascio di tale certificazione.         Noi di Winelivery vi segnaliamo 3 prodotti di aziende che nel
Pro Nobis, il Ruchè di Cantina Sant’Agata

Pro Nobis, il Ruchè di Cantina Sant’Agata

Cantine, vinoedaltro
Il Ruchè di Franco Cavallero Considerato che già non è facile parlare e scrivere di cantine e vini...immaginatevi se il produttore è un amico ed il vino in oggetto uno dei miei preferiti... Scurzolengo si trova in provincia di Asti dove Franco Cavallero da anni, testardamente, prosegue nella sua opera di produzione e divulgazione di un vino tanto particolare quanto diverso da quello che è l'immaginario collettivo di vino piemontese! Inutile perdersi in lungaggini sulla storia di questo vitigno fatta di leggende e ricordi più o meno fantasiosi a riguardo di parroci, vigneti nei pressi di una chiesa o quant'altro si voglia dire (per gli interessati basta cliccare qui)...molto meglio soffermarci su cosa ci si ritrova nel bicchiere quando, a seconda della scelta della bottiglia (e quind
Il Pinot Bianco di Mr. Cecchini

Il Pinot Bianco di Mr. Cecchini

vinoedaltro
  Questo vino vede la sua nascita naturale nel 2016 e commerciale, almeno per noi, nel corso del Vinitaly 2018 quando, andando a trovare un amico di vecchia data, vedo sul suo banco di degustazione questa bottiglia tanto nuova quanto accattivante. Marco Cecchini, Indipendet Winery in Italia (...come gli piace definirsi), ogni tanto regala delle sorprese e noi eravamo rimasti al suo Chardonnay in versione "bella" nel 2016, ora è il turno di un Pinot Bianco che se alla prima sensazione riporta subito alla tradizione di questo bianco, alla seconda ricorda subito che esce dalla sua cantina di Faedis. Curiosità sul Pinot Bianco Facciamo un piccolo excursus, il Pinot Bianco è una variante del Pinot Nero, lungamente confuso con lo Chardonnay e che, in Italia, si è arrivati ad una
Podere Conca, l’amore per la tradizione toscana

Podere Conca, l’amore per la tradizione toscana

winestories
Siamo nelle terre di Giosuè Carducci, nelle grandi vigne toscane che da sempre sanno di buono, e ci offrono una natura incontaminata unita a vini di notevole qualità. Tra ulivi e piante secolari, c'è un podere, il Podere Conca, di una bellezza dolce e saggia capace di incantare gli occhi di tutti. Questo podere si erge imponente con la sua struttura in pietra e le ante rosse di finestre e porte, che ritroviamo nel logo dell'azienda a testimonianza del forte legame che ha con il luogo. Il suo restauro lo ha lasciato fedele alla sua versione originaria, e come lui, anche la produzione dei vini rimane saldamente ancorata ai valori di un tempo, tenendo alti i principi di qualità e tradizione. L'azienda Podere Conca 196 si affida ad una agricoltura biologica, nel rispetto del
Perego&Perego qualità e tradizione

Perego&Perego qualità e tradizione

Notizie
A Rovescala, nella zona in cui i confini di Emilia e Lombardia si incontrano e si confondono, dove già al tempo di Greci e Romani,  si scriveva dell’Oltrepo' come di una terra rigogliosa in cui la vite cresce spontanea nel suo habitat naturale ha sede l'azienda agricola Perego&Perego. Immersa in un panorama collinare tra i più suggestivi, l’azienda coltiva i propri vigneti e produce vini unici e pregiati, tipici del territorio. Il microclima della zona e la particolare composizione morfologica del terreno (prevalentemente composto da calcare e argilla) danno vita alle condizioni ideali per la coltivazione della vite. Non è solo il terreno però a rendere i loro prodotti così unici ma anche la cura dell'uomo con potature contenute, con il controllo dell'equilibrato sviluppo vegeta
L’alfabeto del vino – V come Verdicchio

L’alfabeto del vino – V come Verdicchio

winestories
Oggi vi racconto la storia di uno dei miei vitigni preferiti: il verdicchio. Un vitigno autoctono tipico delle Marche dal quale si ricava un ottimo vino bianco vinificato in purezza che, secondo un recente studio, risulta essere il vino bianco "fermo" con più riconoscimenti dalle guide italiane del settore. Viene anche chiamato: Verzello, Verdone, Trebbiano di Soave, Marino, Verdicchio giallo, Trebbiano verde, Marino, Turbiana, uva marana, Verdicchio verde, marchigiano, Uva Aminea, Trebbiano di Lugana. Le principali zone di coltivazione sono quella dei Castelli di Jesi (AN) e un’area più ristretta nel comune di Matelica (MC), entrambe contrassegnate dalla D.O.C. e per le Riserva dalla D.O.C.G. Sull'origine del Verdicchio non si hanno molte notizie si sa solo che l'arrivo della vite in q
L’alfabeto del vino – T come Timorasso

L’alfabeto del vino – T come Timorasso

winestories
Un vitigno autoctono dalle origini antiche di cui si hanno testimonianze già nel XIV secolo, nel Trattato di agronomia di Pietro de’ Crescenzi, e nel Bollettino Ampelografico del Di Rovasenda, del 1885, ma che solo dalla fine degli anni 80 è tornato ad essere coltivato nelle zone d'origine come le Valli Curone, Grue, Ossona e in Val Borbera, in un 'area dove la vite trova un valido "habitat" grazie al terreno, al lungo soleggiamento e alla posizione al riparo dei venti. La sua produzione è piuttosto ridotta, ma di qualità. Il vino che se ne ricava, di buona struttura, è assai rinomato tra i buongustai; appartiene all'ultima generazione dei "bianchi" della provincia di Alessandria, nonostante le sue origini antiche. Il timorasso ha sempre dimostrato una scarsa adattabilità a condizioni c
L’alfabeto del vino – S come Sauvignon Blanc

L’alfabeto del vino – S come Sauvignon Blanc

winestories
Uno dei vitigni più famosi al mondo è il Sauvignon Blanc un vitigno a bacca bianca che arriva dalla zona Bordolese del Sud Ovest della Francia.  Dalle sue bacche difatti si vinificano molti dei vini più rinomati e ricercati. Il suo apprezzamento deriva soprattutto dai particolari aromi che rilascia attraverso il vino. Altri nomi con il quale è conosciuto sono Bordeaux Bianco, Blanc Fumè e Sauvignon Blanc. Il suo nome deriva dalla parola francese "sauvage", la cui traduzione è selvaggio, per sottolineare il suo essere autoctono nella zona sud/ovest della Francia. Di questo vitigno ne esistono altre varietà che variano nel colore della bacca, passando da colori rossastri, a colori giallo/verdastri, fino ad arrivare a tonalità quasi nere. E’ un vitigno semi aromatico riconoscibile immedia
#winestories – BioChampagne.com, il portale che ci piace!

#winestories – BioChampagne.com, il portale che ci piace!

winestories
BioChampagne.com è il portale web che offre la possibilità di acquistare online i migliori vini e Champagne biologici, biodinamici e naturali. Winelivery è il portale numero uno per la consegna rapida a domicilio di vino, birra e superalcolici di qualità. Cosa accomuna i due portali? I prodotti di qualità, certo, ma sopratutto la grande passione per il vino e l'essersi saputi mettere in gioco nel mondo dell'enologia. Non credete anche voi che questi fattori siano la base per una solida collaborazione? Per questo oggi voglio parlarvi del portale BioChampagne. Come nella migliore tradizione italiana, l’idea di Biochampagne.com è nata a tavola, dal connubio tra il buon cibo e la grande passione per il vino e lo Champagne. Il loro obiettivo è proporre un nuovo punto di vista sulla
L’alfabeto del vino – P come Passerina

L’alfabeto del vino – P come Passerina

winestories
Questo vitigno autoctono dell'Italia centrale contende le sue origini tra la zona di Frosinone e le Marche poiché, essendo stato coltivato fin dall’antichità in tutto il Centro Italia anche con nomi diversi (Uva passera, Caccione, Uva d’oro, Trebbiano di Teramo, Campolese, Trebbiano Dorato, Trebbiano Scenciato, uva Fermana e Cacciadebiti ) è difficile stabilirne l’esatta origine, seppur gli studiosi siano quasi tutti certi che provenga dalle Marche. Di certo si sa che il suo nome particolare si deve alla ghiottoneria che i passeri hanno per le sue bacche particolarmente dolci e ricche di sostanze benefiche come la quercitina. Un fatto molto curioso è dato da uno dei suoi sinonimi, Cacciadebiti: si dice che questo nome sia nato perchè in passato questo vino prelibato veniva utilizzato come
Fashion week, Fashion wine!

Fashion week, Fashion wine!

Notizie, winestories
In questi giorni a Milano si torna a sfilare sulla passerella con la settimana della moda uomo e si ritorna a parlare del Made in Italy. Quello della moda, come quello del vino, è uno dei settori che permette di ricordare a tutti le bellezze del nostro paese essendo punte di diamante del export italiano. Qualche esempio di elementi in comune? L’haute couture; i prodotti low cost, abiti e vini a basso prezzo; la “democratizzazione” del lusso; gli investimenti in ristoranti e hotel di alto livello; gli stilisti che diventano vigneron e la tendenza vintage. Questi due mondi si uniscono, a volte parlando un linguaggio sensoriale comune: vista, olfatto, tatto si coniugano in termini comuni; chi può dimenticare il famoso rosso bordeaux, un rosso particolarmente scuro, il cui nome deriva dall’omo
#ilpastodivino – winelivery e Timo T’amo si incontrano e fanno magie!

#ilpastodivino – winelivery e Timo T’amo si incontrano e fanno magie!

timotamo
  Se vi trovate davanti a questo blog è perchè probabilmente winelivery lo conoscete già... quello che forse sarete curiosi di sapere è: cosa significa #ilpastoodivino? E, soprattutto, cos'è Timo T'amo? #ilpastodivino è una rubrica che vi darà spunti per arricchire le vostre tavole con Bacco e leccornie!!! Grazie alla preziosa collaborazione con Francesca e il suo blog "Timo T'amo", ogni settimana vi proporremo una videoricetta da abbinare ai vini che potrete trovare sul nostro portale winelivery. Per raccontare Timo T'amo lasciamo la parola Francesca, "Timo T'amo è una finestra sulla felicità. Il pensiero alla base di Timo T'amo è il concetto "svuotafrigo". Per evitare buona parte degli sprechi, innanzitutto, e poi perchè  non sempre alla fine di una giornata di lavoro si ha vog
La Magia delle Bolle Francesi: 3 Champagne da Gustare

La Magia delle Bolle Francesi: 3 Champagne da Gustare

winestories
Oggi dedichiamo il nostro post a tre degli Champagne che puoi trovare su winelivery.com, abbiamo scelto di parlare di 3 piccole cantine piùttostochè di grandi nomi, proprio perchè la qualità non sempre si accompagna ad una grande brand. Siamo sicuri che, se avrete occasione di provarli, non tornerete più indietro... CHAMPAGNE  VEUVE PELLETIER & FILS BRUT 75cl - Lo trovi qui Pallido e brillante con venature dorate e bollicine che si muovono in maniera vorticosa. Dolce all'olfatto con un sentore di mandorle, cedro e pesca brioche naso discretamente accompagnato da mandorle, cedro candito, noccioli di pesca.  Se assaggiato la parola d'ordine diventa equilibrio! Sapore fruttato con un finale di mandorle tostate e limone.  Da servire a 9° C. Produttore : Veuve Pelletier et Fils Cate