fbpx
Storie, Racconti, Notizie sul mondo del Vino

DEZZANI: VITIGNI TRADIZIONALI, MA BLEND INNOVATIVI

Filosofia piemontese dal 1934

Posto che vai, Gente che trovi” diceva la cara vecchia saggezza popolare cui erano avvezzi i nostri nonni. Saggezza popolare che ci ripropongono sempre ad ogni ghiotta occasione: 

Si stava meglio, quando si stava peggio” 

Non ci sono più le vecchie stagioni

Rosso di sera…” e finite voi la frase, che tanto la sapete.

E nulla che si stia qui cercando di contestare, sia chiaro amici moderni della consegna a domicilio. Qualcosa che si è scordato di aggiungere però e che è assolutamente tipico del nostro Bel Paese è “Posto che vai, Vino che trovi

Questo il bello della nostra cara italia – pochi passi, pochi km e l’ecosistema circostante cambia completamente: i dialetti, le tradizioni, i piatti tipici e chiaramente il vino.

Il vino è per noi italiani motivo di vanto in tutto il mondo, non è certo l’unico, ma sicuramente è emblema di un gusto e di una tradizione longeva ed affezionata che siamo ancora all’unisono capaci di mantenere viva e sentita.

Ogni regione, ogni territorio ha i suoi vitigni, i suoi sapori ed i suoi profumi.

Ed oggi vorremmo farci una scampagnata fra le tradizioni e le uve del Piemonte, precisamente nella rinomata Riviera del Monferrato.

Dezzani: il Piemonte, le vigne, il vino

Dezzani è una realtà storica che nasce nel 1934 a Cocconato, un paese che si trova a 491 metri sul livello del mare, in provincia di Asti.

Dezzani ci piace anzitutto per questo suo payoff de “il Piemonte, le vigne, il vino”: ci porta in un attimo nella sua regione d’appartenenza e dal grande al piccolo ci racconta di sé, di cosa produce e della passione con la quale condisce tutto il processo.

Dezzani ci piace anche perché, per quanto sia chiaro che la cantina abbia una solida storia di esperienza e tradizione, ha saputo coniugare il passato e la tradizione con un approccio attuale sicuramente più “fresh and young”.

Non è certo l’inglesismo a rendere il tutto più moderno, quanto l’aver potuto assaggiare alcune delle nuove proposte e progetti Dezzani. Ma non corriamo, ogni cosa a suo tempo…

Una storia di vino ma anche di autenticità, storicità, tradizione e freschezza

La storia dei vini Dezzani è sicuramente strettamente connessa al territorio in cui l’azienda risiede, avente un microclima ideale per la coltivazione di vigneti ed una longeva tradizione vitivinicola

La continuità di questa storica cantina e delle sue amatissime referenze, è garantita dalla Famiglia Rocca che da cinque generazioni opera nel settore del vino e dal suo legame con Villa Rivalta, una cooperativa di circa un centinaio di famiglie del posto, con 1000 ettari di vigneto.

La famiglia Rocca e Villa Rivalta hanno sviluppato nel tempo delle sinergie importanti, grazie al controllo in filiera, a moderne tecnologie ed all’amore di chi il
vino lo vive da secoli. La quinta generazione della famiglia Rocca è rappresentata da
Emanuele, Ernesto, Eleonora e Vittoria che, sotto la guida dello Zio Matteo e
dell’enologo Luigi Dezzani, delle generazioni precedenti creano e sviluppano nuovi
progetti, promuovendo però la storica filosofia dell’azienda di famiglia.

Riprendiamo en passant il nostro amico Schopenhauer per definire Dezzani come “un pendolo che oscilla tra tradizione ed innovazione”, mirando ad un pubblico giovane e non, ma soprattutto curioso ed appassionato.

Non avevamo parlato di nuovi progetti e del loro assaggio?

Quando si tratta di degustare nulla vi sfugge, Winelivery People.

Molto bene, perché dopo un po’ di storia è sempre bene lasciare quelle nuove curiosità appena apprese a sedimentare, per concentrarci sull’apertura d’una nuova bottiglia!

Entriamo quindi nel merito delle referenze Dezzani, cui vi abbiamo prima accennato:

  1. Piemonte Doc Rosso 8 Bucce

La scelta del nome “Otto Bucce” vuole sottolineare l’unicità di questo prodotto: otto infatti sono i tipi di uva che confluiscono nel blend. Barbera, Dolcetto, Freisa, Bonarda e Albarossa, emblema del panorama enologico piemontese; ed i vitigni internazionali Merlot, Syrah e Cabernet Sauvignon, che contribuiscono a conferire rotondità e struttura a questo vino dal carattere innovativo. Il risultato è un vino molto equilibrato dove ogni uva esprime sé
stessa in sintonia con l’altra; un blend unico nel suo genere che vuole esprimere l’essenza del territorio da cui proviene.

2. Piemonte Doc Rosato “4 Bucce”

È il risultato di uve Dolcetto, Barbera, Freisa e Nebbiolo. Un curioso assemblaggio di 4 dei vitigni autoctoni piemontesi per eccellenza, vinificati in rosato, nato con l’intento di valorizzare al massimo l’autenticità della regione e delle sue uve. Il risultato è un rosé elegante e fresco dall’attraente colore buccia di cipolla.

3. Piemonte Doc Barbera Bio “Barbaverde”

Barbaverde è un giovane uomo che rispetta l’ambiente e ama la propria Madre Terra, un ragazzo maggiormente sensibile ed attento alla propria casa. La filosofia di generosità, gentilezza e rispetto che segue questo Piemonte Doc Barbera si traduce in un vino rosso biologico, che ha tutte le caratteristiche per essere amico dell’ambiente. Perciò, sia attraverso una coltivazione delle uve biologica e sostenibile che con lo studio dell’etichetta e la scelta della bottiglia abbiamo voluto soddisfare questo nobile obiettivo. Infatti la carta utilizzata per l’etichetta è certificata FSC; cioè attenta agli sprechi e rivolta a prendersi cura delle foreste mondiali, mentre le bottiglie utilizzate, sono più leggere e rendono il trasporto meno inquinante. Una Barbera fresca pronta da gustare in qualsiasi occasione!

4. Piemonte Doc Rosso Albarossa

Un vino profondamente innovativo, risultato dall’impollinazione di due uve autoctone appartenenti alla tradizione enologica piemontese: l’elegante Nebbiolo e la storica Barbera. Un vino intrigante che coniuga freschezza e acidità delle uve Barbera al tannino intenso ed al
potenziale di invecchiamento del rinomato Nebbiolo.

Ad oggi, una produzione limitata e qualitativamente orientata permette a questo elegante vino di esprimere al meglio il concetto di territorialità. Attualmente questo vitigno ricopre un’esclusiva area vitata di poche centinaia di ettari e la Dezzani rappresenta sicuramente una delle aziende che più ha contribuito all’affermazione ed al successo internazionale di questo vino. 

Cosa state aspettando allora? Con Winelivery le proposte Dezzani arriveranno alla vostra porta in meno di 30 minuti e già alla temperatura di consumo ideale! Non aspettate oltre, è quasi ora di cena!