fbpx
giovedì, Maggio 13Storie, Racconti, Notizie sul mondo del Wine & Beverage

Storie di Vigne

Rouchè – Il vino del papa

Rouchè – Il vino del papa

Storie di Vigne
Le declinazioni del vino sono infinite: nel mondo cristiano è il simbolo terreno del sangue del salvatore. Da San Venceslao, protettore dei pigiatoi a San Giovese il vino percorre la cultura cristiana e non da secoli, ed eccoci qui per presentarvi il connubio a modo nostro: Racconto cartaceo più racconto in bottiglia. Quale vino meglio del Ruchè "Pro Nobis" per accompagnare il racconto de "Il vino del papa" storia avvolta da mistero color rubino e dai profumi intensi con note di frutti di bosco e marasca?  
#Redstories – Cap. 9 Come si fa il vino rosso

#Redstories – Cap. 9 Come si fa il vino rosso

Curiosità, Rosso, Storie di Vigne, Vino
La produzione di vini rossi prevede una serie di procedure il cui fine è quello di ottenere un mosto pulito, fine e complesso. Dalla vigna le uve, scientemente raccolte, passano alla diraspatura; processo che permette l'eliminazione di buona parte se non di tutti i raspi, per limitarne la cessione di sostanze tanniche (abbondanti nella parte legnosa del raspo). Il mosto viene quindi pompato in vasche per la fermentazione, dette appunto i fermentatori. Quest'ultimi possono essere di varie dimensioni e materiali (acciaio, legno cemento...). All'interno di queste vasche il mosto rimane a contatto con le bucce durante tutta la fase di macerazione, affinché vengano rilasciate tutte le sostanze necessarie al vino per diventare tale. La macerazione avrà tempi più o meno lunghi a seconda d...
#redstories – Cap.8 La visita in cantina

#redstories – Cap.8 La visita in cantina

Cantine, Curiosità, Rosso, Storie di Vigne, Vino
Il viaggio del vino, la nostra #redstory favorita, continua... tempi lunghi e silenzio in cantina, in attesa di poter riempire una bottiglia, “vestirla”, e poi proporla a voi... Nel frattempo... non è che qui ci riposi al fuoco del camino, sia chiaro! Questa volta abbiamo voglia di raccontarvi cosa ci piace fare... due cose, innanzitutto: i lavori in cantina, ed accogliere gli amici per degustare insieme... I travasi sono impegni costanti nel tempo della cantina, necessari in modo più serrato all'inizio (per separare ed eliminare la feccia) e via via sempre più rari e cadenzati. Un bel “mestiere” in cui ci si sporca le mani e i vestiti e si prova la giusta fatica che dà soddisfazione. Poi, un veloce cambio d'abito e via! Ecco la parte più divertente: accogliere clie...
#redstories – Cap. 7 Svinatura

#redstories – Cap. 7 Svinatura

Curiosità, Rosso, Storie di Vigne, Vino
Sono passate due settimane abbondanti, la fermentazione è ormai completata ed è arrivato quel momento che mette un “punto” al periodo più fervente ed elettrizzante dell'anno: è finalmente vino! Non è vino pronto, naturalmente, ancora lunga è la strada verso la bottiglia finita, etichettata, pronta da servire... Ma quello sarà un cammino calmo, sommesso, al buio ed al silenzio della cantina, con controlli e travasi rigorosamente programmati in modo da essere sempre certi e sicuri della qualità estrema del prodotto che potremo proporvi. La svinatura consiste nella separazione delle vinacce (le bucce, per intenderci) dalla frazione liquida del vino: il secondo prenderà la strada delle botti o delle vasche, dove lo attenderanno il tempo e le stagioni che lo affineranno fino all'ideal...
#redstories – Cap. 6 Lavori in cantina

#redstories – Cap. 6 Lavori in cantina

Cantine, Curiosità, Storie di Vigne
Una volta terminata la vendemmia ed effettuata la pigiatura, si apre un nuovo, entusiasmante capitolo della nostra #redstory: quello dedicato alla fermentazione ed ai lavori in cantina. E' il periodo più concitato della vita di un vino, quello che potremmo definire la nascita ed i primi giorni e che terminerà con la svinatura. Il succo pigiato dai nostri grappoli entra in cantina con le sue bucce, ed è ancora mosto. Durante il processo di fermentazione, tutt o lo zucchero naturale del frutto deve essere “attaccato” e metabolizzato dai lieviti, che si occuperanno di consumarlo e di trasformare così il mosto in vino, dotandolo naturalmente di un grado alcolico - in questa annata si aggirerà attorno ai 13,5-14% per i nostri vini, sia per il Puntofermo 2016 che per il Bariöla 20...
#coldwine – Astoria 9.5 revolution

#coldwine – Astoria 9.5 revolution

Curiosità, Eventi, Storie di Vigne
Per un bere responsabile non c’è solo la strada della moderazione, ma anche quella della ricerca attraverso la tecnica enologica: Astoria Wines incontra le nuove esigenze dei consumatori con il primo spumante a bassa gradazione. “9.5 Cold Wine” si presenta come uno spumante brut che, come dice il nome stesso, offre il piacere di un buon spumante italiano con un grado alcolico di soli 9.5 gradi (il minimo per essere definito vino). Abbiamo cercato una nostra strada alternativa attraverso l’innovazione del prodotto e del packaging e l’utilizzo di nuove tecniche di vinifcazione perché tutti possano permettersi un buon bicchiere di prosecco con maggiore serenità.  Il design delle bottiglie nasce sempre in famiglia, frutto dell'idea geniale e fuori dal coro della Marketing Manager che pe...
#redstories – Cap. 5 La Pigiatura

#redstories – Cap. 5 La Pigiatura

Cantine, Curiosità, Storie di Vigne, Vino
Una volta che la nostra magnifica uva, raccolta nelle cassette rosse (massimo 15kg, per non far rompere gli acini anzitempo), è giunta in cantina ed è stata ulteriormente vagliata e selezionata, ecco un momento estremamente importante nel processo di produzione dei nostri vini: la pigiatura. Noi utilizziamo una diraspapigiatrice “delicata”, che ci consente di impostare una pigiatura soffice che non aggredisca gli acini, lasciandoli il più possibile integri, senza “stracciare” le bucce. Una piccola percentuale dell'uva viene solamente pigiata, e non diraspata (viene cioé lasciato nel mosto anche il rachide, non solo gli acini), al fine di trarre davvero tutto il meglio dai grappoli succosi. Una cassetta dopo l'altra, un giro di coclea dopo l'altro, l'uva viene lavorata ...
#redstories – Cap.4 La Vendemmia

#redstories – Cap.4 La Vendemmia

Curiosità, Storie di Vigne, Vino
Le mattine vendemmiali sono mattine speciali. Innanzitutto, fa freddo: 13 gradi questa mattina, quando ieri pomeriggio non si riusciva quasi a stare al sole dal caldo.Poi, quasi sempre ti spingono a vedere l'alba: aspetti la prima luce, il rumore del trattore, i richiami dei vendemmiatori in cortile che arrivano, prendono le cesoie, raccolgono le ceste... Si scherza poco a quest'ora (le risate e le prese in giro trai filari si sentiranno dopo, quando il sole sarà caldo e si avvicinerà il mezzogiorno), per ora qualche borbottio al gusto di caffé.   E poi si parte: le mani sforbiciano veloci, si sentono i tonfi dei bei grappoli succosi nelle ceste, qualche sbuffo nel chinarsi a raccogliere il carico e svuotarlo nelle cassette.         &nbs...
#redstories – Cap.3 Uva, uva e ancora uva!!!

#redstories – Cap.3 Uva, uva e ancora uva!!!

Curiosità, Storie di Vigne, Vino
A Montenato Griffini, la vendemmia è alle porte: ancora pochi, pochissimi giorni e la campagna sarà fervente di attività dal mattino a presto fino a sera, con tante mani al lavoro che si fermeranno giusto per il tempo di un panino con il salame per il pranzo... Mentre la aspettiamo, diamo un'occhiata alle uve che raccoglieremo e poi pigieremo per questa annata 2016... Consideriamo per prima la Barbera, che costituirà la base per il nostro Bariöla, il Rosso dell'Oltrepò Pavese Doc: il grappolo è grande, pesante, con chicci grossi, tondi e succosi. Il grappolo d'uva come lo disegnerebbe un bambino, blu-violaceo nascosto tra le foglie verdissime. I vini che ne derivano hanno caratteristiche iniziali precise di freschezza, giusta acidità, gioventù e vinosità, mentre all'invecchiament...
#redstories – Cap.2 Benvenuti in cantina!

#redstories – Cap.2 Benvenuti in cantina!

Cantine, Storie di Vigne
A Montenato Griffini, la porta della cantina sembra quella della casa delle fiabe... rossa, piccina, di legno... il chiavistello apre l'accesso alle stanze delle meraviglie... botti in legno, vasche, macchine “misteriose” per pigiare, torchiare, spostare e travasare i magnifici vini... La cantina della nostra azienda è connotata da una caratteristica fondamentale: l'artigianalità. Poca la tecnologia “spinta”, molto il lavoro delle mani del cantiniere... La cantina si apre in tre passaggi. La prima stanza, più ampia e luminosa, è la zona della fermentazione: grandi vasche in cemento vetrificato, spazi più larghi per muoversi agevolmente nella delicata della fermentazione, quella che più strettamente richiede controllo della temperatura, rimontaggi, delestaggi, travasi completi se n...
#redstories – Cap.1 Montenato Griffini e winelivery vi portano in cantina!

#redstories – Cap.1 Montenato Griffini e winelivery vi portano in cantina!

Cantine, Storie di Vigne
Come nasce un vino? Quali segreti si nascondono dietro l’incredibile processo che porta i grappoli a diventare l’oggetto della nostra passione? Settembre, si sa, è il mese dedicato all’arte delle vendemmia. Quest’anno vogliamo portarvi con noi alla scoperta di un territorio meraviglioso e dalle infinite potenzialità, in grado di esprimere nella qualità e negli aromi delle uve e dei vini tutte le sfumature delle sue colline, dei suoi boschi, delle sue campagne. Stiamo parlando dell’Oltrepò Pavese, rinomato in tutto il mondo per la produzione vinicola e che ospita oltre 4.000 cantine. Luogo di tradizioni secolari, di vitigni che si estendono a perdita d’occhio e di vini eccezionali. Sulle colline dell’Oltrepò Pavese orientale, al confine con il territorio di Piacenza, si trova Bosn...
L’Albeisa – il ritorno di una grande guardiana.

L’Albeisa – il ritorno di una grande guardiana.

Cantine, Storie di Vigne, Vino
L’Albeisa è una bottiglia per il vino nata all’inizio del 17° secolo nelle zone di Alba, Piemonte. Orgogliosi dei propri vini, i produttori di questa zona, vollero contraddistinguerli da altri creando una nuova forma di bottiglia: L’Albeisa. Purtroppo a causa delle invasioni napoleoniche l’Albeisa fu sostituita dalle due forme tipiche francesi: la Bordolese e la Borgognotta (cui somiglia parecchio), più economiche e a sagoma più regolare in quanto soffiate in stampi che ne garantivano una forma più omogenea. Il 1973 vede la rinascita dell’Albesia: 16 produttori decisero di riutilizzare l’antica forma, riadattandola alle esigenze moderne e scrivendo in rielievo il nome Albeisa. Venne poi costituita l’Unione Produttori Vini Albesi e siglata la stretta collaborazione con la Vetrerie Ita...
La Borgognona – un’altra custode per il vino.

La Borgognona – un’altra custode per il vino.

Rosso, Storie di Vigne, Vino
La Borgognotta o Borgognona è una bottiglia per il vino che arriva dalle terre di Borgogna in Francia (bouteille Bourgogne). Si dice che la sua forma sia assimilabile alla cascata di sapori che il vino di borgogna dona al palato di chi lo beve.   Caratteristiche: Base: pronunciata; Corpo: cilindrico fino a 1/3 dell'altezza, digradante nel collo, di diametro 8,5 cm; Spalla: slanciata; Collo: lungo; Cercine: cilindrico poco rilevato; Altezza: 31 cm circa; Capacità: 750 ml.   La bottiglia Borgognotta si distingue da quella Bordolese per la spalla particolarmente ripida. Di vetro leggermente più spesso rispetto alla sorella di Bordeaux viene prodotta in colore bianco per i vini bianchi e verde o marrone per i vini rossi. Colorazione tipica di questa...
CHE VINO DOVREI SCEGLIERE?!

CHE VINO DOVREI SCEGLIERE?!

Curiosità, Occasioni & Abbinamenti, Storie di Vigne, Vino
Guida pratica e veloce alla scelta del vino ;) Ora che siamo arrivati alla fine di questo scientificissimo percorso decisionale come fare ad averlo in tavola?! Niente di più semplice, clicca su winelivery, e in 30 minuti il vino è a casa tua! Alcuni di questi vini possibilmente non li avrete mai sentiti nominare, insomma, qual'è il problema?! Si dice che per crescere bisogna essere curiosi, e per stimolare la vostra curiosità vi regaliamo uno sconto di 5€ per l'acquisto di uno di questi prodotti:) Inserisci il codice sconto ORALOPROVO quando fai il check-out! Dopo averlo provato mi raccomando facci sapere se avevamo ragione!!!:)  
La Bordolese – come nasce la bottiglia per il vino

La Bordolese – come nasce la bottiglia per il vino

Curiosità, Storie di Vigne
Con “Bordolese” si fa riferimento alla classica bottiglia da vino. La bottiglia che racchiude la maggior parte dei vini rossi, ma anche bianchi, che troviamo in commercio è di origini francesi, per l’esattezza delle zone di Bordeaux da cui appunto prende il nome (in francese Bordelaise). La prima bottiglia debuttò all’inizio del 19° secolo per poi evolvere e modificarsi fino a raggiungere la forma che ha oggi. La Bordolese è considerate la taglia di bottiglia perfetta per il vino, anche per quanto riguarda i costi di produzione e la comodità di trasporto. Le caratteristiche della bordolese sono: Base: poco pronunciata Corpo: cilindrico di diametro 8,5 cm. Spalla: molto pronunciata, che serve ad ostacolare la fuoriuscita di eventuali depositi. Collo: corto Cercine...
La Collina dei Ciliegi – Dal Veneto a casa tua in 30 minuti

La Collina dei Ciliegi – Dal Veneto a casa tua in 30 minuti

Eventi, Storie di Vigne
Dal 20 luglio a Milano i vini de la Collina dei Ciliegi arrivano a casa tua in 30 minuti! La Collina dei Ciliegi sceglie il servizio innovativo offerto da noi di Winelivery. Dedicato ai Milanesi che desiderano ricevere i vini pluripremiato (149 premi internazionali) della Collezione Etichetta Nera direttamente a casa e a temperatura. La Collina dei Ciliegi La Collina dei Ciliegi, adagiata sulle dolci colline della Valpantena in provincia di Verona, fra 450 e 650 metri di quota, interamente in zona DOC Valpolicella, nasce dalla passione di Massimo Gianolli e della sua famiglia per la terra, l’agricoltura e il vino, che trovano la loro naturale espressione nel territorio veronese: la storia vitivinicola de la Collina dei Ciliegi ha inizio con la produzione del primo Amarone 2005....
La Magia delle Bolle Francesi: 3 Champagne da Gustare

La Magia delle Bolle Francesi: 3 Champagne da Gustare

Bollicine, Champagne, Curiosità, Storie di Vigne
Oggi dedichiamo il nostro post a tre degli Champagne che puoi trovare su winelivery.com, abbiamo scelto di parlare di 3 piccole cantine piùttostochè di grandi nomi, proprio perchè la qualità non sempre si accompagna ad una grande brand. Siamo sicuri che, se avrete occasione di provarli, non tornerete più indietro... CHAMPAGNE  VEUVE PELLETIER & FILS BRUT 75cl - Lo trovi qui Pallido e brillante con venature dorate e bollicine che si muovono in maniera vorticosa. Dolce all'olfatto con un sentore di mandorle, cedro e pesca brioche naso discretamente accompagnato da mandorle, cedro candito, noccioli di pesca.  Se assaggiato la parola d'ordine diventa equilibrio! Sapore fruttato con un finale di mandorle tostate e limone.  Da servire a 9° C. Produttore : Veuve Pelletier et Fils Cate...
Open Wine – I vini della Valtellina

Open Wine – I vini della Valtellina

Eventi, Storie di Vigne
Un processo di riscoperta culturale del territorio Valtellinese tutto nuovo grazie agli sforzi di due ragazzi con tanto carisma quanta passione: Mattia e Federico. "Cosa poteva esprimere il carattere distintivo della nostra terra se non il vino?" dice Federico mentre spiega il perché come evento inaugurale della loro attività, hanno scelto “Open Wine”: un percorso a stand con vendita al bicchiere, dove sarà possibile degustare dieci vini prodotti della viticoltura eroica valtellinese, tra i quali riserve e sforzati, accompagnati da gustosissimi prodotti tipici. "Il nostro obiettivo è quello di valorizzare il carattere di ogni vino attraverso un contesto multi-sensoriale che comprende la scelta di luci e musiche atte alla sua esaltazione." afferma Mattia. L'evento si terrà il 28 ma...
La viticoltura “eroica” Valtellinese

La viticoltura “eroica” Valtellinese

Cantine, Eventi, Storie di Vigne
Da secoli la Valtellina è dedta alla coltivazione e alla lavorazione dell’uva, nonostaante le impervietà del territorio. Dedicati alla viticoltura, i terrazzamenti sono opere architettoniche caratteristiche del versante retico delle Alpi Valtellinesi: un metodo di dissodamento degli impervi pendii montani, arricchiti da terra di riporto e sostenuta dai caratteristici muri a secco che modellano il paesaggio, estendendosi per circa duemilacinquecento chilometri. Condizioni climatiche e del terreno favorevoli e la tenace fatica dei valtellinesi hanno fatto di questo versante delle Alpi un vero e proprio patrimonio dell’umanità, dove si producono vini di eccezionale qualità. Una viticoltura detta eroica, in quanto è resa possibile dal solo sforzo degli agricoltori, impossibilitati all...
Champagne: il primo grande mercato quello russo

Champagne: il primo grande mercato quello russo

Curiosità, Eventi, Storie di Vigne
Champagne: il primo grande mercato quello russo Appena lo Champagne fu tappato nel modo giusto, prese il via il suo commercio su larga scala; perché i Francesi, in fondo, il vino lo sanno fare ma lo sanno soprattutto vendere. Il mercato più interessante fu subito quello russo. Tutte le Maison francesi facevano a gara a esportare centinaia e centinaia di casse ogni anno nelle cantine dei ricchi russi. Un po’ come succede ancora oggi. Alla fine c’erano più bottiglie di Champagne pregiate in Russia che in Francia. Tanto che quando gli Ufficiali transalpini impegnati nella campagna di Russia del 1812 al seguito del loro amato Napoleone, entravano nelle dimore nobiliari, la prima cosa che facevano era precipitarsi in dispensa o nei sotterranei alla ricerca delle preziose bottiglie. Non avend...
Arpepe, il vino per gustare la tradizione valtellinese

Arpepe, il vino per gustare la tradizione valtellinese

Cantine, Eventi, Storie di Vigne
"Siamo fedeli alla tradizione e coerenti con la nostra filosofia di valorizzazione del territorio, guardando però sempre con attenzione all’innovazione con l’obiettivo di migliorarci costantemente". ARPEPE è l’azienda vinicola che più si distingue in Valtellina per l’amore per la tradizione. Amore che si esprime sia nella guida dell’azienda, con la passione che da cinque generazioni si tramanda nella famiglia Pelizzatti Perego (ora i fratelli Isabella, Guido ed Emanuele portano avanti l’intuizione del padre Arturo), sia nella produzione del Nebbiolo di Valtellina. Il vino prodotto dall’azienda vinicola infatti segue un approccio tradizionale inteso come rispetto della materia prima, convinti che "se si lavora bene in vigna, ne uscirà un buon vino". I loro nettari sono frutto di lungh...