fbpx
lunedì, Novembre 30Storie, Racconti, Notizie sul mondo del Wine & Beverage

Angelo Scaroni, un intreccio tra gusto e stile

La storia dell’Azienda vitivinicola Angelo Scaroni è densa, arriva dal Veneto ed è un percorso nel tempo tra tradizione, innovazione e cura dei dettagli.

Siamo nelle terre vicentine, precisamente a Breganze, tra la collina e la pianura, ai piedi dell’Altopiano di Asiago.

La particolare posizione geografica contribuisce ad un’alta produzione di vini DOC, grazie anche al clima mite e al passaggio di importanti corsi d’acqua.

Tutto nasce nei primi anni del Novecento, quando Ludovico Scaroni decide di coronare un sogno: iniziare a coltivare vigneti e avviare una produzione propria di vino.

Così, nella storica residenza di Breganze inizia un percorso fatto di passione, nato dal desiderio di realizzare qualcosa di grande e autentico, che, con la giusta dose di lavoro e pazienza, avrebbe saputo regalare nel tempo prodotti dal gusto inconfondibile, con una memoria che solo le qualità umane possono dare.

Un’inarrestabile ricerca di standard sempre più alti guida le scelte di questa azienda, che si presenta come un continuum tra le radici da cui è nata e le nuove generazioni, che costituiscono la linfa dell’intera produzione.

I riconoscimenti ricevuti negli anni, sia nazionali che internazionali, sono prova di questa attenzione verso il prodotto, che non solo è di qualità per quanto riguarda il gusto, dalla provenienza delle uve ai procedimenti seguiti per la vinificazione, ma si contraddistingue particolarmente anche per la forma che assume.

 

Il marchio che porta è infatti frutto stesso di una accurata ricerca: simboli di contemporaneità senza tempo, le trame delle bottiglie rappresentano la ricerca della bellezza legata ad una profonda cura dell’immagine. Elementi araldici, scacchiere, contrasto tra bianco/nero, rimandano ad un’immagine di eleganza e nobiltà, tracciando un legame con il territorio e ripercorrendo gli elementi che nel tempo l’hanno caratterizzato.

Marostica, comune nella provincia di Vicenza, è infatti famosa per essere “la città degli scacchi”, e lo stile delle bottiglie Scaroni rimanda proprio a quella tradizione, rievocando un elemento culturale che ne è diventato tratto distintivo.

Da tutto questo derivano vini estremamente pregiati: vini bianchi e rossi, con nomi che evocano particolari emozioni, spaziano da gusti più classici e decisi a note più delicate e morbide, adatti ad accompagnare piatti di pesce o pasticceria secca.

Il vino è quindi da prendere molto seriamente, perché non è solo un elemento in più ai nostri pasti o a momenti condivisi in compagnia, ma ne determina la natura stessa e lascia ricordi positivi se viene scelto nel modo giusto.

“Perché il viaggio dona nuove prospettive, ed è viaggiando che scopriamo cose che nemmeno sapevamo di cercare. Ma di cui avevamo un gran bisogno.”

Ed ora è arrivato il momento di Degustare!