fbpx
lunedì, Gennaio 24Storie, Racconti, Notizie sul mondo del Wine & Beverage

Cantine

#winestories – Travaglino, storia di vini dell’Oltrepò dal 1868.

#winestories – Travaglino, storia di vini dell’Oltrepò dal 1868.

Cantine, Storie di Vigne, Vino
Cari winelovers, winelivery ha il piacere di presentarvi una nuova collaborazione: da quest'anno la cantina Travaglino, e i suoi splendidi vini, entrano a far parte del nostro progetto! La  splendida Tenuta Travaglino si trova a Calvignano in Oltrepò Pavese, ha un’estensione di 400 ettari di cui 80 coltivati a vigneto. All’interno della proprietà troviamo 12 cascine, un borgo storico ed una Locanda con ristorante e camere. La Tenuta risale al 1111 e dal 1868 è di proprietà della famiglia Comi. Vincenzo Comi milanese di origine, fu colui che decise di acquistare l’azienda essendo un’amante del buon vino e innamorato della gioia di vivere. Scelse Travaglino per la bellezza del paesaggio circostante e perché storicamente vocata alla produzione di eccellenti vini, basti pensare al...
#redstories – Cap.8 La visita in cantina

#redstories – Cap.8 La visita in cantina

Cantine, Curiosità, Rosso, Storie di Vigne, Vino
Il viaggio del vino, la nostra #redstory favorita, continua... tempi lunghi e silenzio in cantina, in attesa di poter riempire una bottiglia, “vestirla”, e poi proporla a voi... Nel frattempo... non è che qui ci riposi al fuoco del camino, sia chiaro! Questa volta abbiamo voglia di raccontarvi cosa ci piace fare... due cose, innanzitutto: i lavori in cantina, ed accogliere gli amici per degustare insieme... I travasi sono impegni costanti nel tempo della cantina, necessari in modo più serrato all'inizio (per separare ed eliminare la feccia) e via via sempre più rari e cadenzati. Un bel “mestiere” in cui ci si sporca le mani e i vestiti e si prova la giusta fatica che dà soddisfazione. Poi, un veloce cambio d'abito e via! Ecco la parte più divertente: accogliere clie...
#redstories – Cap. 6 Lavori in cantina

#redstories – Cap. 6 Lavori in cantina

Cantine, Curiosità, Storie di Vigne
Una volta terminata la vendemmia ed effettuata la pigiatura, si apre un nuovo, entusiasmante capitolo della nostra #redstory: quello dedicato alla fermentazione ed ai lavori in cantina. E' il periodo più concitato della vita di un vino, quello che potremmo definire la nascita ed i primi giorni e che terminerà con la svinatura. Il succo pigiato dai nostri grappoli entra in cantina con le sue bucce, ed è ancora mosto. Durante il processo di fermentazione, tutt o lo zucchero naturale del frutto deve essere “attaccato” e metabolizzato dai lieviti, che si occuperanno di consumarlo e di trasformare così il mosto in vino, dotandolo naturalmente di un grado alcolico - in questa annata si aggirerà attorno ai 13,5-14% per i nostri vini, sia per il Puntofermo 2016 che per il Bariöla 20...
#redstories – Cap. 5 La Pigiatura

#redstories – Cap. 5 La Pigiatura

Cantine, Curiosità, Storie di Vigne, Vino
Una volta che la nostra magnifica uva, raccolta nelle cassette rosse (massimo 15kg, per non far rompere gli acini anzitempo), è giunta in cantina ed è stata ulteriormente vagliata e selezionata, ecco un momento estremamente importante nel processo di produzione dei nostri vini: la pigiatura. Noi utilizziamo una diraspapigiatrice “delicata”, che ci consente di impostare una pigiatura soffice che non aggredisca gli acini, lasciandoli il più possibile integri, senza “stracciare” le bucce. Una piccola percentuale dell'uva viene solamente pigiata, e non diraspata (viene cioé lasciato nel mosto anche il rachide, non solo gli acini), al fine di trarre davvero tutto il meglio dai grappoli succosi. Una cassetta dopo l'altra, un giro di coclea dopo l'altro, l'uva viene lavorata ...
#redstories – Cap.2 Benvenuti in cantina!

#redstories – Cap.2 Benvenuti in cantina!

Cantine, Storie di Vigne
A Montenato Griffini, la porta della cantina sembra quella della casa delle fiabe... rossa, piccina, di legno... il chiavistello apre l'accesso alle stanze delle meraviglie... botti in legno, vasche, macchine “misteriose” per pigiare, torchiare, spostare e travasare i magnifici vini... La cantina della nostra azienda è connotata da una caratteristica fondamentale: l'artigianalità. Poca la tecnologia “spinta”, molto il lavoro delle mani del cantiniere... La cantina si apre in tre passaggi. La prima stanza, più ampia e luminosa, è la zona della fermentazione: grandi vasche in cemento vetrificato, spazi più larghi per muoversi agevolmente nella delicata della fermentazione, quella che più strettamente richiede controllo della temperatura, rimontaggi, delestaggi, travasi completi se n...
#redstories – Cap.1 Montenato Griffini e winelivery vi portano in cantina!

#redstories – Cap.1 Montenato Griffini e winelivery vi portano in cantina!

Cantine, Storie di Vigne
Come nasce un vino? Quali segreti si nascondono dietro l’incredibile processo che porta i grappoli a diventare l’oggetto della nostra passione? Settembre, si sa, è il mese dedicato all’arte delle vendemmia. Quest’anno vogliamo portarvi con noi alla scoperta di un territorio meraviglioso e dalle infinite potenzialità, in grado di esprimere nella qualità e negli aromi delle uve e dei vini tutte le sfumature delle sue colline, dei suoi boschi, delle sue campagne. Stiamo parlando dell’Oltrepò Pavese, rinomato in tutto il mondo per la produzione vinicola e che ospita oltre 4.000 cantine. Luogo di tradizioni secolari, di vitigni che si estendono a perdita d’occhio e di vini eccezionali. Sulle colline dell’Oltrepò Pavese orientale, al confine con il territorio di Piacenza, si trova Bosn...
L’Albeisa – il ritorno di una grande guardiana.

L’Albeisa – il ritorno di una grande guardiana.

Cantine, Storie di Vigne, Vino
L’Albeisa è una bottiglia per il vino nata all’inizio del 17° secolo nelle zone di Alba, Piemonte. Orgogliosi dei propri vini, i produttori di questa zona, vollero contraddistinguerli da altri creando una nuova forma di bottiglia: L’Albeisa. Purtroppo a causa delle invasioni napoleoniche l’Albeisa fu sostituita dalle due forme tipiche francesi: la Bordolese e la Borgognotta (cui somiglia parecchio), più economiche e a sagoma più regolare in quanto soffiate in stampi che ne garantivano una forma più omogenea. Il 1973 vede la rinascita dell’Albesia: 16 produttori decisero di riutilizzare l’antica forma, riadattandola alle esigenze moderne e scrivendo in rielievo il nome Albeisa. Venne poi costituita l’Unione Produttori Vini Albesi e siglata la stretta collaborazione con la Vetrerie Ita...
La viticoltura “eroica” Valtellinese

La viticoltura “eroica” Valtellinese

Cantine, Eventi, Storie di Vigne
Da secoli la Valtellina è dedta alla coltivazione e alla lavorazione dell’uva, nonostaante le impervietà del territorio. Dedicati alla viticoltura, i terrazzamenti sono opere architettoniche caratteristiche del versante retico delle Alpi Valtellinesi: un metodo di dissodamento degli impervi pendii montani, arricchiti da terra di riporto e sostenuta dai caratteristici muri a secco che modellano il paesaggio, estendendosi per circa duemilacinquecento chilometri. Condizioni climatiche e del terreno favorevoli e la tenace fatica dei valtellinesi hanno fatto di questo versante delle Alpi un vero e proprio patrimonio dell’umanità, dove si producono vini di eccezionale qualità. Una viticoltura detta eroica, in quanto è resa possibile dal solo sforzo degli agricoltori, impossibilitati all...
Piérre Perignon: la grande invenzione del tappo di sughero

Piérre Perignon: la grande invenzione del tappo di sughero

Bollicine, Cantine, Champagne, Curiosità
I maggiori coltivatori di viti e, di conseguenza, produttori del vino sono stati indubbiamente i monaci. Perché costruivano spesso i loro conventi nei territori difficili e bonificavano via via i terreni circostanti con piante che affondassero bene le loro radici nel terreno, consolidandolo. Tra i monaci che al vino hanno dato gran fama, uno su tutti: Piérre Perignon, vissuto nel nord della Francia a cavallo tra il 1600 e i 1700. A lui la Maison Moet et Chandon, a partire dalla vendemmia del 1921, ha dedicato quello che sarebbe diventato uno degli Champagne più famosi al mondo, il Dom Perignon, appunto. Il monaco benedettino, infatti, passa per essere l’inventore dello Champagne, anche se la notizia non è certa, perché la storia sconfina spesso nella leggenda. Infatti, a guardar bene...
Arpepe, il vino per gustare la tradizione valtellinese

Arpepe, il vino per gustare la tradizione valtellinese

Cantine, Eventi, Storie di Vigne
"Siamo fedeli alla tradizione e coerenti con la nostra filosofia di valorizzazione del territorio, guardando però sempre con attenzione all’innovazione con l’obiettivo di migliorarci costantemente". ARPEPE è l’azienda vinicola che più si distingue in Valtellina per l’amore per la tradizione. Amore che si esprime sia nella guida dell’azienda, con la passione che da cinque generazioni si tramanda nella famiglia Pelizzatti Perego (ora i fratelli Isabella, Guido ed Emanuele portano avanti l’intuizione del padre Arturo), sia nella produzione del Nebbiolo di Valtellina. Il vino prodotto dall’azienda vinicola infatti segue un approccio tradizionale inteso come rispetto della materia prima, convinti che "se si lavora bene in vigna, ne uscirà un buon vino". I loro nettari sono frutto di lungh...