fbpx
Storie, Racconti, Notizie sul mondo del Vino

Month: June 2017

Il Gin Agricolo e le Toniche Imperdibile al Viola Caffè di Via Buonarroti a Milano

Cocktails, Locali, Mixers, Spirits&Mixers
  Continua senza sosta la promozione da parte di Winelivery dei Gin Agricolo Gadan, Blaghuer e Evra e le toniche Imperdibile, la Dry Bitter Tonic, Wild Botanical e Superior nei sempre più locali interessati a proporre ai loro clienti nuove e diverse opzioni a proposito di Gin Tonic. Il Viola Caffè di Via Buonarroti a Milano, da ormai più di un anno, ha scelto questi prodotti con i quali vizia i propri clienti, proponendo variabili sempre più alla moda e richiesti da una clientela sempre più preparata e consapevole di quale sia l'evoluzione del mondo dei distillati.  
#winestories – BioChampagne.com, il portale che ci piace!

#winestories – BioChampagne.com, il portale che ci piace!

Bollicine, Champagne
BioChampagne.com è il portale web che offre la possibilità di acquistare online i migliori vini e Champagne biologici, biodinamici e naturali. Winelivery è il portale numero uno per la consegna rapida a domicilio di vino, birra e superalcolici di qualità. Cosa accomuna i due portali? I prodotti di qualità, certo, ma sopratutto la grande passione per il vino e l'essersi saputi mettere in gioco nel mondo dell'enologia. Non credete anche voi che questi fattori siano la base per una solida collaborazione? Per questo oggi voglio parlarvi del portale BioChampagne. Come nella migliore tradizione italiana, l’idea di Biochampagne.com è nata a tavola, dal connubio tra il buon cibo e la grande passione per il vino e lo Champagne. Il loro obiettivo è proporre un nuovo punto di vista sulla
L’alfabeto del vino – P come Passerina

L’alfabeto del vino – P come Passerina

Alfabeto di Winelivery
Questo vitigno autoctono dell'Italia centrale contende le sue origini tra la zona di Frosinone e le Marche poiché, essendo stato coltivato fin dall’antichità in tutto il Centro Italia anche con nomi diversi (Uva passera, Caccione, Uva d’oro, Trebbiano di Teramo, Campolese, Trebbiano Dorato, Trebbiano Scenciato, uva Fermana e Cacciadebiti ) è difficile stabilirne l’esatta origine, seppur gli studiosi siano quasi tutti certi che provenga dalle Marche. Di certo si sa che il suo nome particolare si deve alla ghiottoneria che i passeri hanno per le sue bacche particolarmente dolci e ricche di sostanze benefiche come la quercitina. Un fatto molto curioso è dato da uno dei suoi sinonimi, Cacciadebiti: si dice che questo nome sia nato perchè in passato questo vino prelibato veniva utilizzato come
Fashion week, Fashion wine!

Fashion week, Fashion wine!

Eventi
In questi giorni a Milano si torna a sfilare sulla passerella con la settimana della moda uomo e si ritorna a parlare del Made in Italy. Quello della moda, come quello del vino, è uno dei settori che permette di ricordare a tutti le bellezze del nostro paese essendo punte di diamante del export italiano. Qualche esempio di elementi in comune? L’haute couture; i prodotti low cost, abiti e vini a basso prezzo; la “democratizzazione” del lusso; gli investimenti in ristoranti e hotel di alto livello; gli stilisti che diventano vigneron e la tendenza vintage. Questi due mondi si uniscono, a volte parlando un linguaggio sensoriale comune: vista, olfatto, tatto si coniugano in termini comuni; chi può dimenticare il famoso rosso bordeaux, un rosso particolarmente scuro, il cui nome deriva dall’omo
L’alfabeto del vino – N come Nebbiolo

L’alfabeto del vino – N come Nebbiolo

Alfabeto di Winelivery
Definito la "regina delle uve nere" il nebbiolo è il più antico vitigno a bacca nera di Piemonte e Lombardia (Valtellina), ma anche uno dei più pregiati e nobili d'Italia. Le prime citazioni storiche si hanno dalla fine del Duecento, ma solo a partire dal XIX secolo il Nebbiolo viene frequentemente citato nelle opere dei più famosi ampelografi ( coloro che descrivono e classificano i vitigni sul piano della morfologia esterna), inoltre, il Nebbiolo, è parte dello statuto comunale di La Morra dal 1431. Il suo nome deriverebbe da “nebbia”: secondo alcuni perché i suoi acini danno l’impressione di essere “annebbiati”, ricoperti dalla pruina ( velo ceroso che si deposita sulla superficie degli acini ) abbondante; secondo altri, invece, perché la maturazione tardiva dell’uva spinge la ven
L’alfabeto del vino – M come Morellino

L’alfabeto del vino – M come Morellino

Alfabeto di Winelivery
Diversi reperti archeologici risalenti al periodo degli etruschi, rinvenuti nelle zone di Scansano e nella valle dell’Albegna, dimostrano come già nell'antichità la coltivazione della vite fosse un elemento importante nella vita del popolo etrusco. Orci di terracotta, risalenti al V secolo a.c., nei quali sono stati ritrovati semi di vitis vinifera, statuette bronzee raffiguranti offerenti che impugnano la roncola, strumento tipico del vendemmiatore fino quasi ai nostri giorni, sono solo alcuni dei reperti rinvenuti presso la località rurale degli Usi, fra il comune di Scansano e Semproniano, e presso il sito di Ghiaccioforte, località tra Scansano e Saturnia. Ed è proprio con la conquista della Fortezza di Ghiaccioforte, nel 280 a.C. circa, che i romani si impossessano dei territori scans
#beerstories – Birrificio Indipendente Elav

#beerstories – Birrificio Indipendente Elav

Birra
Cari Winelovers e Beer geeks, come sapete winelivery non si occupa solo di vino e infatti quest'oggi vi vogliamo presentare un birrificio che con le sue birre, e che birre, entrerà di diritto nei vostri cuori: Il Birrificio Indipendente Elav! Elav nasce nel 2010 a Comun Nuovo, in provincia di Bergamo, come progetto di autoproduzione per i due locali della stessa proprietà. Partito con un impianto da 300 litri, nel giro di 4 anni sono passati ad un impianto totalmente manuale di 2000 litri e nell'anno successivo sono riusciti a fondare la società Agricola Elav creata con lo scopo di perfezionare il lavoro del Birrificio utilizzando materie prime autoctone e di qualità. Il forte carattere di indipendenza è ciò che ha permesso al birrificio di raggiungere gli eccezionali risultati ottenu
L’alfabeto del vino – L come Lacrima di Morro

L’alfabeto del vino – L come Lacrima di Morro

Alfabeto di Winelivery
Della storia di questo vigneto si conosce molto poco, si sa soltanto che già in tempi remoti era conosciuto. Nel 1167 durante l'assedio di Ancona, Federico Barbarossa, costrinse la popolazione a portargli le prelibatezze della zona e tra queste c'era anche il famoso succo d’uva di Morro d’Alba. Grazie al riconoscimento della denominazione di origine controllata, nel 1985, e all'impegno di alcune cantine della zona, il vitigno è riuscito a sopravvivere e non ad essere rimpiazzato da altre viti consolidando le sue qualità e a migliorarle fino ad ottenere l'eccezionale prodotto che si ha oggi. La DOC per essere tale deve rispettare un requisito fondamentale, deve comprendere l'85% di Lacrima con l’aggiunta di Montepulciano e/o Verdicchio nella misura del 15% massimo. In realtà quasi la