fbpx
sabato, Aprile 20Storie, Racconti, Notizie sul mondo del Wine & Beverage

Tag: consigli vino

MI REGALANO UNA BOTTIGLIA DI VINO, COSA FACCIO?

MI REGALANO UNA BOTTIGLIA DI VINO, COSA FACCIO?

I Consigli di Winelivery
A tutti sarà capitato di pensare “Oddio e ora cosa devo fare?” quando un invitato si presenta con una bottiglia di vino e voi avevate già pensato cosa abbinare ai piatti. Niente panico, abbiamo la soluzione per voi! Ovviamente la prima cosa da fare è ringraziare per il gesto e iniziare a capire le intenzioni dell’invitato. Poi provate a seguire questo schema: Se avete l’impressione che il vostro invitato voglia aprire e bere la bottiglia che ha portato, non negategli questo piacere… Però fate attenzione, se il vino non va bene per il menù che avete preparato, dovrete spiegare al vostro amico come mai scegliere un diverso abbinamento e proponete un alternativa. Se invece vi dice che si tratta di una buona bottiglia da lasciare invecchiare, riponetela e custoditela (ovviament...
QUAND’È IL MOMENTO GIUSTO PER APRIRE UNA BOTTIGLIA DI VINO?

QUAND’È IL MOMENTO GIUSTO PER APRIRE UNA BOTTIGLIA DI VINO?

I Consigli di Winelivery
È tutto pronto per il vostro pranzo o cena! Avete organizzato tutti nei minimi dettagli, dal menù all’allestimento della tavola. Avete scelto anche il vino ideale per le vostre portate, ma avete alcuni dubbi sull’apertura.  Quand’è il momento per stappare un vino?   C’è da fare una premessa, non tutti i vini sono uguali, quindi non c’è una regola univoca. La tipologia di vino determina quando è il momento di stappare.  Vini bianchi secchi, fruttati, rossi leggeri, spumanti e champagne devono essere stappati appena prima di servire. Infatti, basterà lasciarli aerare nel bicchiere perché si esprimano. Quasi tutti i vini rossi di media struttura e bianchi strutturati, ad eccezione degli spumanti, guadagnano a essere stappati mezz’ora prima del servizio. ...
ISWA: AMBASCIATORI DI ECCELLENZE ITALIANE

ISWA: AMBASCIATORI DI ECCELLENZE ITALIANE

Storie di Vigne, Vino
ISWA: in un acronimo, nove territori da scoprire ISWA è l'acronimo di Italian Signature Wines Academy, una sigla nata per valorizzare e supportare la qualità del Made in Italy nel mondo. Un’associazione tutta italiana di 9 marchi storici dell’eccellenza del vino, che si sono uniti per raccontare l’unicità dei loro territori e dei loro prodotti, ma anche della loro ospitalità, in particolare ai mercati stranieri. L’unione fa la forza, oggi più che mai!   È bello essere italiani, un orgoglio che a volte viene messo alla prova, ma che davanti ad un luogo storico, a un’opera d’arte, al piatto di uno chef e a un buon bicchiere di vino riaffiora in modo deciso. Ed è proprio da questo spirito d’appartenenza e dai sapori della nostra terra che 9 produttori, rappresentanti delle ...
ICE IMPÉRIAL: IL SAPORE DELL’ESTATE CHE VORREMMO

ICE IMPÉRIAL: IL SAPORE DELL’ESTATE CHE VORREMMO

Champagne, Mixologia, Storie di Vigne
Stappa l'Estate con Moët & Chandon, una bollicina che non ha bisogno di presentazioni!  L’inverno è da poco un ricordo, abbiamo vissuto immersi nella nebbia nell'attesa della bella stagione ed ormai prossimi alla meta ci siamo ritrovati confinati in casa, fra un improbabile impasto, una pantofola ed una serie TV che mai avremmo pensato di guardare. Anche se assaporata solo dai nostri balconi, la primavera, con le giornate più lunghe, il profumo di fiori nell'aria ed i suoni della natura che si risveglia, ci fa rinascere a vita nuova. L’estate non è più un miraggio e la fantasia galoppa, alla prima rondine siamo già distesi al sole su qualche spiaggia bianca con un fresco bicchiere alla mano... Ah questo sì che è relax. Chissà se l’estate a venire avrà il sapore di quelle passa...
I 5 consigli di Winelivery sui vini vegani

I 5 consigli di Winelivery sui vini vegani

Curiosità, Eventi, Occasioni & Abbinamenti, Storie di Vigne, Vino
Alzi la mano chi ancora crede che il vino sia una semplice spremuta di uva fermentata. E che dunque sia “naturalmente” adatto anche alla tavola dei più rigidi osservanti della filosofia vegana. Se anche voi appartenete a questo vasto gruppo di fiduciosi/ottimisti, sappiate che vi state sbagliando di grosso. E ora vi spieghiamo il perché. Bio vuol dire... Durante il processo di lavorazione di un vino tradizionale, infatti, anche se certificato BIO, possono essere usati prodotti di origine animale. A partire dalla campagna, dove tradizionalmente si usa il concime animale per stimolare la crescita delle piante. Fino in cantina dove normalmente si usano colla di pesce e albumina durante la fase di chiarifica che precede l’imbottigliamento. Entrambe queste pratiche, sia chiaro, sono perfe...