fbpx
lunedì, Novembre 30Storie, Racconti, Notizie sul mondo del Wine & Beverage

INSERRATA, GUSTO CREATIVO ELEGANZA E TERRITORIALITÀ

Vino e arte o Vino d’arte?

Siete degli appassionati d’arte? Quegli amanti del bello incondizionato a prescindere dalla sua forma? Ebbene oggi siete nel posto giusto, o almeno siete sul blog giusto!

Oggi Winelover natura e arte sono le nostre protagoniste, con Inserrata queste due realtà si fondono per crearne una unica: solida, elegante ed estremamente affascinante.

Inserrata nasce nel 1997, con una produzione in biologico di olio extra vergine di oliva e confetture, e solo parzialmente vino, ma l’attenzione e l’amore di Marcella e Alessandro Dolfi verso l’ambiente e l’arte hanno permesso di creare il mondo Inserrata che conosciamo oggi. 

Nel 2016, è nato infatti il grande progetto vitivinicolo in cui il loro figlio Gabriele, cresciuto tra ulivi e viti, si è lanciato con tutta la passione tramandata dai genitori. Una grande avventura in cui sono state coinvolte nuove figure all’interno della famiglia, figure fondamentali come l’enologo David Picci e l’artista Alexandria Coe che hanno dato creato quello “stile comunicativo” unico e rappresentativo che contraddistingue Inserrata su tutto il panorama Italiano.

Custodi di un terroir autentico e genuino

Il terroir è qualcosa di impalpabile, ma estremamente importante per il vino. Esso si può definire come tutte quelle caratteristiche che danno alla zona precisi connotati che non si esplicano nella semplice composizione chimica del terreno. 

Si parla di stagioni, temperature, umidità ed escursioni termiche tra la notte e il giorno (soprattutto durante l’estate in fase di maturazione), dettagli che differenziano una zona da un’altra, e fanno sì che la vite cresca con una personalità inconfondibile. 

A San Miniato, il terroir ha origini antiche, antiche come il suo vino, prodotto già ai tempi dei Longobardi e simbolo del territorio da oltre duemila anni.

Stiamo parlando di un territorio in cui si respirano i profumi veri della Toscana, i sapori genuini della campagna, dei vigneti immersi nel verde in cui si coltivano varietà autoctone uniche e di carattere.

Inserrata lavora con passione e dedizione per portare sulle nostre tavole prodotti genuini e di alta qualità che siano espressione della natura da cui derivano.

La creatività risiede nel vino

La Toscana è un luogo storicamente conosciuto per i suoi famosi vini rossi a base dell’ uvaggio Sangiovese che è riconosciuto a livello mondiale come principale verità di questa regione.

Le aziende vinicole che si dedicano ad una produzione di bianco, partendo da questa tipologia sono rare, non è infatti semplice trovare questa varietà.

Inusuale è il vino bianco sangiovese in purezza biologico e la sua storia inizia nel 2018, quando per la prima volta viene prodotto da Inserrata Organic Farm.

Questo particolare prodotto prende il nome di Inusuale proprio per l’utilizzo “inusuale” di uve sangiovese per la vinificazione in bianco.

Il principio di scarsità di questo prodotto e la composizione del terroir della zona di San Miniato ha spinto Inserrata alla produzione di questo raro vino.

Questa parte di Toscana è  famosa infatti per la raccolta di tartufo bianco e nero, dato proprio dalla composizione dei suoi terreni sabbiosi e minerali con alta presenza di fossili miocenici, perfetti quindi per la produzione di bianchi e rosati. La morfologia del luogo dove sono impiantati i vigneti regala una discreta escursione termica tra il giorno e la notte, aiutando in particolare la maturazione delle uve per la vinificazione di essi.

Inusuale è il prodotto che Inserrata vinifica in quantità maggiori, è il fiore all’occhiello di questa realtà ed è la pura rappresentanza di come la creatività può essere applicata in ogni ambito, senza vincoli né confini.

Terroir, passione ed arte: il connubio unico che rende inserrata la meravigliosa realtà di oggi!

E tu sei pronto ad assaporare la vera Toscana? Colora il tuo aperitivo con Inserrata… Con Winelivery basta un click!