fbpx
Storie, Racconti, Notizie sul mondo del Vino

Tag: valtellina

Le Coppelle, il fascino di un vino “sacro”

Le Coppelle, il fascino di un vino “sacro”

winestories
Il vino di cui vi parliamo oggi ha una storia molto particolare, che arriva da racconti lontani e da una civiltà antica, quella dei Camuni, che ha lasciato il segno (in tutti i sensi!). Il significato di "Coppelle" Il nome di questo vino, "Le Coppelle", rimanda alle famose incisioni rupestri rinvenute in varie parti del mondo, tracce che ci mostrano le nostre origini e che ci riportano ad una dimensione ancestrale che è ammantata di un profondo mistero... La "coppella" è un incavo emisferico nella roccia, chiamata anche "pietra a scodella", di cui si è molto discusso e la cui funzione rimane ancora enigmatica e in molti casi difficile da decifrare. Tra le tante ipotesi, le coppelle sono state associate ai culti legati all'acqua, aventi lo scopo di raccogliere l'acqua piovana per fe
Benvenuto Messere! Lo Sforzato valtellinese

Benvenuto Messere! Lo Sforzato valtellinese

winestories
Dalle terre di Valtellina ecco un nuovo capitolo sulla storia di Caven: il Messere, lo sforzato. L'origine di Messere Un vino prelibato, che prende il nome da una parola in dialetto valtellinese "mesèr", o "messere" . Questo termine racchiude in sé un senso di autorevolezza e rispetto verso una persona distinta, qualcuno di importante che meritasse riverenza. I "messeri" spesso erano coloro che possedevano i migliori vigneti del paese, e che producevano un ottimo vino apprezzato da tutti. Questo vino, infatti, può essere solo definito un ottimo vino. La preparazione che gli viene dedicata è lunga e articolata: 20 sono i mesi di lavorazione che subisce, di cui almeno 12 passati all'interno di botti di legno. Le uve provengono da vigneti che rientrano nei terreni nel comune di So
Open Wine – I vini della Valtellina

Open Wine – I vini della Valtellina

Notizie
Un processo di riscoperta culturale del territorio Valtellinese tutto nuovo grazie agli sforzi di due ragazzi con tanto carisma quanta passione: Mattia e Federico. "Cosa poteva esprimere il carattere distintivo della nostra terra se non il vino?" dice Federico mentre spiega il perché come evento inaugurale della loro attività, hanno scelto “Open Wine”: un percorso a stand con vendita al bicchiere, dove sarà possibile degustare dieci vini prodotti della viticoltura eroica valtellinese, tra i quali riserve e sforzati, accompagnati da gustosissimi prodotti tipici. "Il nostro obiettivo è quello di valorizzare il carattere di ogni vino attraverso un contesto multi-sensoriale che comprende la scelta di luci e musiche atte alla sua esaltazione." afferma Mattia. L'evento si terrà il 28 ma
La viticoltura “eroica” Valtellinese

La viticoltura “eroica” Valtellinese

Notizie, winestories
Da secoli la Valtellina è dedta alla coltivazione e alla lavorazione dell’uva, nonostaante le impervietà del territorio. Dedicati alla viticoltura, i terrazzamenti sono opere architettoniche caratteristiche del versante retico delle Alpi Valtellinesi: un metodo di dissodamento degli impervi pendii montani, arricchiti da terra di riporto e sostenuta dai caratteristici muri a secco che modellano il paesaggio, estendendosi per circa duemilacinquecento chilometri. Condizioni climatiche e del terreno favorevoli e la tenace fatica dei valtellinesi hanno fatto di questo versante delle Alpi un vero e proprio patrimonio dell’umanità, dove si producono vini di eccezionale qualità. Una viticoltura detta eroica, in quanto è resa possibile dal solo sforzo degli agricoltori, impossibilitati all