fbpx
lunedì, Agosto 2Storie, Racconti, Notizie sul mondo del Wine & Beverage

MESA, UN SORSO DI SARDEGNA

“Vogliamo raccontarvi la storia di una terra meravigliosa. Un’isola generosa come una madre, che offre tutto quello che ha; le sue ricchezze e le sue sfumature, i suoi aromi e i suoi profumi, la sua anima e il suo sapere. Una terra dove mare e cielo sembrano una luce sola, dove le uve crescono in collina circondate dall’abbraccio di una natura premurosa, cullate dal sole e accarezzate dal vento che porta i profumi del Mar Mediterraneo.” Gavino Sanna

Un orgoglio, un amore puro ed un’appartenenza che nasce da una sola terra: la Sardegna. Chi di noi non ama quest’isola? 

Basta un solo aggettivo per descrivere questa terra: perfetta. Certo, definirla così potrà sembrare scontato per molti, ma è impossibile non lasciarsi ammaliare dalle spiagge candide, dal profumo dei cespugli di mirto e di corbezzolo, dalle scogliere modellate dal vento, dai piccoli borghi che sembrano usciti da un libro di fiabe e dalle acque limpide che accarezzano la costa.

L’isola conquista tutti, immediatamente, per il suo fascino, la sua bellezza, i suoi profumi e soprattutto per i suoi sapori

Sapori che sanno di casa, di Mediterraneo e di verità: proprio questa è l’ispirazione di Gavino Sanna, fondatore di Cantina Mesa, ispirazione che ha voluto trasmettere in ogni suo vino con estrema purezza ed autenticità. Mesa è infatti sinonimo di Sardegna, portavoce di cultura, bellezza e sapori con rispetto e genuinità.

Mesa, un significato profondo come le sue radici

Il nome Mesa in sardo, come in spagnolo, significa tavola e rappresenta in sole quattro lettere l’essenza della cantina:

Nutrimento, convivio, amore materno, semplicità e profumi. Profumi di terra sarda.

Mesa nasce nel 2004, come una vera e propria dichiarazione d’amore per la Sardegna, un connubio di bellezza e di bontà, una celebrazione della sua generosità e della sua cultura, attraverso uno dei suoi più preziosi tesori: il vino. Il sogno del fondatore, famoso e premiato pubblicitario italiano, è stato quello di creare qualcosa di unico e straordinario come la sua amata terra, la Sardegna.

Territorio unico e ricco di storia 

Mesa si trova a Sant’Anna Arresi, nel tipico territorio del Sulcis, sulle pendici di una collina disegnata dai venti e circondata dal Mediterraneo. I vigneti di Mesa coprono oltre 78 ettari, di cui 66 di proprietà. Il Sulcis è l’area geologica più antica della Sardegna. In questo territorio, come in un anfiteatro protetto da sontuose montagne, il paesaggio mutevole digrada verso morbide colline fino a trasformarsi in un territorio marino ricco di spiagge bianche. 

Il Basso Sulcis, dove si trova Mesa, è contraddistinto dalla presenza di molti vigneti, anche secolari. Qui l’influenza marina ha un impatto significativo sulle temperature, mitigando l’estate calda e rinfrescando le viti con venti carichi di salsedine assicurano così la freschezza e la vivacità dei sapori del Carignano, sapori che favoriscono la sua deliziosa bevibilità. Ne è d’esempio Buio Buio,  il Carignano del Sulcis DOC riserva, un fiero rappresentante dell’estremità Sud-Ovest del territorio.

La maggior parte dei vigneti italiani di Carignano si trovano in Sardegna, in quest’isola il particolare connubio vitigno-territorio ha reso il Carignano veramente unico, solo qui infatti questo vino può fregiarsi della DOC dall’istituzione del Consorzio nel 1977.

La Sardegna in puro stile Mesa 

Ogni singola goccia d’acqua, granello di sabbia, tradizione e profumo tipico hanno ispirato i vini mesa, Gavino Sanna ha infatti voluto trasmettere la sua creatività ad ogni prodotto Mesa.

A partire dalla forma delle bottiglie: tonde, paciose e severe allo stesso tempo, prendono la loro forma dalla sagoma delle donne sarde quando indossano il costume tradizionale, proprio a ricordare la cultura tradizionale Sarda, quella vera che ha reso l’isola quella che è oggi.Anche i nomi dei vini nascono dall’estro del fondatore, eccentrici e di carattere proprio come le uve da cui provengono. La particolarità di Mesa, è che all’interno di ogni etichetta è stato dedicato uno spazio per qualche soave verso, la poesia diviene un mezzo per esprimere la personalità di ogni vino:

 Giunco: sapore tiepido dei raggi al tramonto, profumo sottile di vento salmastro e nuvole color argento, accenni di luna nuova e lampi di onda che s’infrange tra le rocce…

La poesia è solo un mezzo, la realtà è che Mesa è verità: ad ogni sorso si assapora il sole, con Mesa ad ogni sorso è Sardegna! 

Non siete rimasti affascinati da questa straordinaria realtà? Portate la Sardegna a casa vostra, con Winelivery Mesa arriva a casa vostra in un solo click!