fbpx
Storie, Racconti, Notizie sul mondo del Vino

Basta un buon brindisi per Ripartire alla Grande!

Quando si tratta di rientro non sono tantissimi i lati positivi… voglio darvi però 3 ottimi motivi per brindare e ripartire alla grande!

1. La Molecola dell’Anno – ovvero come DIMAGRIRE bevendo (vino)!

Per chi non avesse letto l’articolo uscito qualche giorno fa su Il Messaggero , per la nostra gioia, l’ultima ricerca condotta da Jason Dyck dell’Unio parla dei benefici riservati ad una pratica a noi ben nota… il gustarsi un buon bicchiere di vino nelle ore tarde. Curiosi? Cito: «Un bicchiere prima di dormire come un’ora in palestra». Ammettiamolo, quale migliore notizia in fase di “rientro da ferie”? Magari dopo aver lasciato un poco da parte la palestra e le buone abitudini?!

Approfondiamo un pochino la faccenda! La magica molecola, o composto, si chiama RESVERATROLO e pare che impedisca alle cellule di grasso di diventare più dense e quindi di depositarsi. Aaah ora faremo tutti un bel santino al nostro nuovo idolo. Le belle notizie però non vengono mai da sole, e, sempre dalla ricerca di Jason (nostro nuovo “instant Idol”) estrapoliamo il fatto che questa molecola si trova solo nel vino rosso… beh poco male in verità, stiamo andando in contro all’inverno!

Jason non è il solo a tenere alta la bandiera del Reserva…(troppo difficile da scrivere due volte) anche Harvard e la Washington State University supportano la notizia rincarando la dose (di vino) che effettivamente permetterebbe al nostro organismo di compiere la magia. Do quindi qualche dato: quando ti gusti un bicchiere (o due) di vino rosso la sera tardi puoi aiutare il tuo corpo a prevenire l’accumulo di grasso del 70%.

Non resta che consigliarvi qualche buon rosso per iniziare la dieta: dal Molise la Tintillia, dalla Toscana  un Insolito Sangiovese, dalla Sardegna il Cannonau Erema.

2. I benefici del Metodo Classico – Una gioia per i lettori

Personalmente non vedevo l’ora di scoprire che anche le mie amate bollicine fanno bene alla salute! Qui prendo spunto dall’articolo pubblicato l’anno scorso su ES, una testata americana online, che dice: “È un miracolo di Natale! 7 motivi per cui bere champagne è scientificamente buono per te” – traduzione LETTERALE.

Come non innamorarsi a prima vista di un articolo del genere? Non tiriamola per le lunghe però, a voi i 7 gustosissimi motivi per cui bere un Metodo Classico (eh si, lo Champagne si fa così, come il nostro Franciacorta, Trento DOC, Alta Langa…) “è buono per noi”:

  1. Può renderti più confidente e meno inibito/a con eventuali partner (vi ho avvisato che l’articolo è americano, non si può pretendere).
  2. Contiene antiossidanti, quindi può far bene al cuore.
  3. La University of Columbia sostiene che bere 3 bicchieri di bollicine alla settimana ti aiuta a mantenere l’attenzione grazie a delle proteine che potenziano la memoria a breve termine.
  4. Il mix di Magnesio, Potassio e Zinco contenuti in questi vini danno un boost positivo al tuo umore.
  5. Ha poche calorie e si beve in minor quantità rispetto al vino rosso o bianco: quindi non farebbe ingrassare… mi permetto di dire che è un po’ tirata per i capelli questa:)
  6. Uno studio del 2009 condotto in Canada direbbe che lo champagne, assieme agli altri vini, ridurrebbe il rischio di diventare diabetici del 13%!
  7. Può prevenire la demenza senile, secondo gli studiosi di Pittsburgh.

I nostri consigli per mantenersi in forma? Una bollicina rosata che tiene alto lo stendardo italiano, il Monteceresino, e chiaramente uno champagne, il Brut Tradition! Cin-cin!

E con 2 buoni motivi per brindare ho già coperto il fabbisogno medio di vino di un buon italiano:) ma ho detto 3 e quindi a voi anche il terzo:

3. Benessere a tuttotondo 🙂

Finalmente uno studio italiano!

Da uno spunto preso dall’ articolo de La Repubblica evinciamo che anche il vino bianco ci fa bene (o bere). L’università degli studi di Milano ha trovato l’altra molecola magica: l’Acido Caffeico (nome decisamente più orecchiabile del Reserv-bla-bla…) che per farla breve ha effetti “nefroprotettivi”! Non credo che a questo momento nessuno stia esultando… quando si scrive da “studiati” le parole sono così difficili!

La bella notizia, per parlare agilmente, è quindi che anche il vino bianco fa bene eccome perché aiuta lo sviluppo di molecole che proteggono i reni!

Il wine-doctor per questa cura vi prescrive un vino d’oltralpe per la precisione della Borgogna, il Petit Chablis!

Riassumendo, secondo gli studiosi, non è astenendosi dal nostro amato vino che possiamo ritrovare il benessere ed un corpo sano! La parola d’ordine è MODERAZIONE!!!

Ora che vi ho dato una serie di ottimi motivi per brindare al rientro dalle vacanze non resta che alzare i calici… chiaramente dopo aver ordinato sulla nostra App!