fbpx
giovedì, Dicembre 1Storie, Racconti, Notizie sul mondo del Wine & Beverage

Tag: beerstories

LA BIRRA SI DEGUSTA?

LA BIRRA SI DEGUSTA?

Curiosità, Storie di Luppolo
La degustazione è un procedimento di valutazione organolettica di alimenti, ovvero di utilizzo degli strumenti sensoriali al fine di analizzare, descrivere e valutare un prodotto edibile. Non fa eccezione la birra, la bevanda nata 7000 anni fa dalla fermentazione dei cereali nell’antica Mesopotamia, attuale Iran. La degustazione della birra - dal latino “bibere” ovvero letteralmente “bere” - richiede il lavoro di tre organi di senso: occhi, naso e palato.  LE FASI DI DEGUSTAZIONE DELLA BIRRA SONO 3: - Analisi Visiva - Analisi Olfattiva - Analisi Gustativa Esattamente come per il vino, ma con manovre differenti. ANALISI VISIVA Da sapere prima di procedere ad una corretta analisi visiva della bevanda, è che il colore dipende dai vari tipi di malto uti...
#beerstories – E come EBC

#beerstories – E come EBC

Alfabeto di Winelivery, Birra, Storie di Luppolo
Se ti stai domandando cosa sia l'EBC perchè non l'hai mai sentito nominare prima d'ora, sappi che non si tratta di uno stile birraio, ma di uno strumento per stimare il colore della birra. Nato alla fine del 1800, più precisamente nel 1883,  dall'idea di Joseph W. Lovibond di utilizzare per la prima volta dei vetrini colorati per raffrontarli al colore della birra. Questa tecnica fu usata per diversi decenni, tanto che ancora oggi si parla di gradi Lovibond [°L] per descrivere il colore della birra, ma fu abbandonata per diverse pecche. La principale era che la stima del colore era lasciata all’interpretazione umana (ovvero della persona che compara il colore della birra con il campione di vetro). Nella metà del XX secolo quindi, per ovviare alla scarsa scientificità del metodo Lovibond...
#beerstories – D come Doppio Malto

#beerstories – D come Doppio Malto

Alfabeto di Winelivery, Birra, Storie di Luppolo
Ebbene sì ci siamo, con la lettera D non si può non parlare della leggendaria Doppio Malto. Perchè leggendaria? Perchè come ogni leggenda una grossa parte è frutto di una fantasia comune che ha intaccato la popolazione Italiana. La doppio malto infatti non esiste, ma capiamo meglio da dove si sia originata questa storia. Nel nostro paese la produzione e il commercio della birra sono disciplinate da una legge risalente a oltre cinquant’anni fa (n.1354 del 1962, “Disciplina igienica della produzione e del commercio della birra”). Il secondo articolo della legge prevede la classificazione delle birre in commercio divise in base al loro “grado Plato”(ossia la misura del grado saccarometrico, il contenuto zuccherino del mosto, prima che cominci la fermentazione). Questo dà luogo a 5 categori...
#beerstories – C come Cruda

#beerstories – C come Cruda

Alfabeto di Winelivery, Birra, Storie di Luppolo
Saporita, nutriente, ricca e viva: la birra cruda non microfiltrata è la birra che più si avvicina a quella prodotta secoli fa (si parladi tempi risalenti fino ai Sumeri) e che, non a caso, veniva definita “pane liquido” proprio per via delle sue eccellenti caratteristiche nutrizionali. L’idea della birra cruda si rifà alla metodologia di un tempo: lasciare la birra inalterata al termine del processo produttivo, senza sottoporla ad alcun trattamento a fini conservativi e commerciali. Tutte le birre “industriali” esistenti sono infatti sottoposte alla pastorizzazione, un processo che prevede il riscaldamento della bevanda, protratto per diversi minuti (fino a 20) a temperature di almeno 60°C: ciò consente l’eliminazione dei microorganismi dalla birra stessa. Grazie a questo, la birra ...