fbpx
Storie, Racconti, Notizie sul mondo del Vino

Tag: Principi di Butera

5 cose che forse non sai sul Nero d’Avola

5 cose che forse non sai sul Nero d’Avola

sommelier, vinoedaltro
Dici Nero d’Avola e pensi alla Sicilia. Quasi fosse un sinonimo della regione più interessante del panorama vinicolo nazionale. Non a caso è proprio il Nero d’Avola a rappresentare ancora oggi il vitigno a bacca rossa, autoctono, cioè tipico del territorio, più coltivato in assoluto sull’isola. Pronti a scoprire qualche curiosità sul Nero d’Avola e su alcune delle sue più moderne espressioni? Ecco le prime 5 cose da sapere sul Nero d’Avola Iniziamo con un po’ di numeri. La Sicilia è la regione italiana con la maggiore superficie vitata. Si parla di circa 110mila ettari a vigneto, suddivisi in diversi distretti vitivinicoli. Di questo sterminato territorio, circa il 20%, poco meno di 20mila ettari, è coltivato a Nero d’Avola. Grazie a un vigneto così esteso, e soprattutto grazi