fbpx
sabato, Marzo 6Storie, Racconti, Notizie sul mondo del Wine & Beverage

CAVE MONT BLANC: PASSIONE E CREATIVITÀ

“Per fare un buon vino servono: un folle per coltivare la vigna, un saggio per regolamentarla, un artista per fare il vino, un innamorato per berlo e aggiungeremmo: un poeta per cantarne la gloria.”

Oggi siamo innamorati e poeti allo stesso tempo, ci caliamo nella parte e vi raccontiamo una storia… Non utilizzeremo sonetti o poesie ma la semplice verità: potente e diretta nella sua semplicità.

Se ci state leggendo molto probabilmente siete anche voi degli “innamorati”e vi promettiamo che resterete soddisfatti da ciò che leggerete.

Autenticità e qualità sono i nostri valori chiave di oggi, valori che ci portano in Valle d’Aosta e che muovono con passione da decenni la cantina Cave Mont Blanc… Siete curiosi di scoprirne di più?

Una storia di passione

In passato il Blanc de Morgex et de La Salle era commercializzato dai singoli vignerons. Il giusto senso di orgoglio per le proprie tradizioni e la secolare abitudine al lavoro in gruppo nei villaggi alpini, hanno dato spunto per la creazione della “Association des Viticulteurs”. Nel 1983, sulle ceneri di questa è stata fondata quella che oggi è la Cave Mont Blanc de Morgex et La Salle

La cantina è una conferma del successo di un cammino intrapreso con l’obiettivo di ridare vita a vigneti ormai abbandonati sulle pendici del Monte Bianco, nel desiderio di non lasciar morire la secolare tradizione dei luoghi. Il Prié Blanc vitigno autoctono valdostano, cresce tra i 900 e i 1.250 metri d’altezza e i terrazzamenti sulle pendici delle montagne permettono a questi straordinari vigneti di sopravvivere eroicamente. Il totale rispetto del territorio e della sua morfologia educa ed incoraggia a portare avanti la filosofia dell’azienda ricercando, nella qualità, la meraviglia e la natura della terra valdostana.

Vero autoctono Valdostano

Molti di noi non sanno che la Valle d’Aosta è un territorio ricchissimo di varietà autoctone

In questa zona si possono individuare principalmente due tipi di esposizioni solari. All’ Adret, sinistra orografica della Dora Baltea, vi è una esposizione Sud Sud-est mentre all’ Envers, destra orografica della Dora Baltea, una esposizione Nord. A Morgex e La Salle viene coltivata l’unica varietà autoctona a bacca bianca della Valle d’Aosta il Prié Blanc, i suoi vigneti sono tutti esposti a Sud Sud-est pertanto troviamo l’areale di produzione tutto all’ Adret. In caso contrario, a quelle elevate altitudini, non sarebbe possibile raggiungere la maturazione.

Un vino che nasce in alta quota

Tra i due comuni di Morgex e La Salle il Prié Blanc viene coltivato ad oltre 1000 m slm. Si parte dai 900 metri e si raggiungono i 1250 m slm con la coltivazione allevata a pergola tipica di Morgex e La Salle. Una struttura composta in origine da un palo in pietra ed un palo posteriore in legno, praticamente una U capovolta mentre le più moderne si strutturano a forma di T. L’altezza della pergola può variare da 50 cm a 120 cm, la sua vicinanza al terreno è fondamentale, il calore rilasciato dal suolo aiuta ad una più rapida maturazione. La pergola bassa è  sempre stata utilizzata anche per una migliore protezione dal vento e una migliore resistenza al peso della neve invernale e la sua vicinanza al terreno fa sì che il momento della vendemmia sia effettuato in ginocchio. Su una pergola tutte le lavorazioni sono manuali e richiedono passione e dedizione estrema, proprio come possiede Cave Mont Blanc. Il Blanc de Morgex et de La Salle e il metodo classico Extrabrut sono prodotti con il concetto del più ampio progetto Vini Estremi. Le uve vengono selezionate in una fascia di circa 1100 m slm e la vinificazione viene attuata con il lievito autoctono selezionato direttamente dalle uve della cantina. Questa pratica va a conferire una ancor più unicità ed autenticità al vino e la rendono la DOC più alta d’Europa.

Una filosofia unica

Qualità e genuinità sono le essenze prime della cantina Cave Mont Blanc. Consentire al Prié Blanc, biotipo autoctono, di esprimersi con la massima autenticità ed originalità, costituisce l’obiettivo primario. Cave Mont Blanc rispetta il carattere e le specificità dell’uvaggio ed interpreta le esigenze dei clienti nelle versioni del Blanc de Morgex et de la Salle con le conoscenze tecnologiche del presente e l’antica tradizione enologica valdostana. Per fare questo nella Cave si interviene “solo lo stretto necessario”, con un’ ideale sintesi di amore, fantasia e tecnica, consentendo alla creatività di esprimersi appieno, supportata da una continua e approfondita ricerca.

E voi non siete curiosi di assaporare questa meravigliosa realtà? Con Winelivery la Valle d’Aosta arriva a casa vostra con un solo click!