fbpx
Storie, Racconti, Notizie sul mondo del Vino

Alla scoperta dei Vini Bio! Le 4 curiosità che probabilmente non sai sui vini a certificazione biologica.

Winelivery celebra l’arrivo della Primavera con una selezione dei migliori vini biologici.

Negli ultimi anni, gli appassionati di vino hanno assistito allo scoppio di un vero e proprio boom nel settore. Sempre più frequenti, infatti, risultano essere sia nuove aziende vitivinicole che sposano una filosofia di produzione biologica, sia i grandi marchi che attuano una totale conversione nella medesima direzione.

Winelivery ha deciso di premiare alcune delle cantine partner del progetto, che si impegnano costantemente nella produzione di eccellenti vini certificati biologici, con una selezione ad hoc che durerà per tutto il mese di Marzo.

E mentre tutti aspettiamo con ansia il ritorno delle rondini e lo sbocciare dei primi fiori, Noi di Winelivery ne approfittiamo per svelarvi quali sono le 4 principali curiosità legate a questa affascinante tipologia di vini!

1. L’Italia ha conquistato nel 2016 il primato mondiale per la produzione di vini biologici, superando la Francia, che da sempre deteneva la leadership nel settore vinicolo bio.

2. Nel nostro Paese è possibile utilizzare la certificazione di “vino biologico” dal 8 marzo 2012, dopo la nascita del “disciplinare vino biologico”, approvato dal regolamento europeo. Prima di allora ci si poteva riferire a “vini prodotti con uve biologiche”, ma il processo di vinificazione non era disciplinato. Un vino biologico certificato, quindi, è prodotto senza nessun utilizzo di sostanze chimiche sia durante la coltivazione della vite, sia nella fase di lavorazione dell’uva, secondo le norme dell’agricoltura biologica e nel totale rispetto dell’ambiente.

3. Non bisogna confondere i vini biologici con i vini biodinamici e i vini naturali, categorie anch’esse in notevole aumento ma ancora prive di una vera e propria legislazione. La viticoltura biodinamica prevede, oltre ad allontanare completamente la chimica e a ridurre al minimo l’utilizzo di macchinari, una produzione basata sulle fasi lunari. I vini naturali, invece, possono prevedere un trattamento delle vigne, ma solo con sostanze naturali. Anche i solfiti, in questo caso, possono essere aggiunti.

4. E’ stato scientificamente provato che i vini biologici, oltre a rispettare e salvaguardare l’ambiente e il consumatore, contengono sostanze utili per l’organismo umano, come il resveratrolo, presente nella buccia dell’uva, il quale funge da protettivo per il sistema cardiocircolatorio.

Non ti resta che scoprire la nostra selezione di vini biologici! Ordina il vino che preferisci, Winelivery lo consegnerà a casa tua entro mezz’ora, alla giusta temperatura!