Storie, Racconti, Notizie sul mondo del Vino

Tag: vino

A San Valentino meglio un mazzo di rose o un Rosé?!

A San Valentino meglio un mazzo di rose o un Rosé?!

Eventi, festività, San Valentino
Noi non abbiamo dubbi! Salviamo la natura. Meno rose e più vini. Rosé, ovviamente, ma non solo. Organizza la perfetta cena romantica grazie ai vini di Winelivery San Valentino, la festa degli innamorati, rappresenta per moltissimi di noi un’ottima occasione per organizzare una cena romantica. Ma che l’invito sia rivolto alla nostra dolce metà o alla persona che vogliamo conquistare, una cosa sicuramente non potrà mancare a tavola…il vino! Winelivery ti suggerisce, le 4 tipologie di vino perfette per sorprendere la/il vostra/o partner durante la serata più romantica dell’anno. Organizza il tuo San Valentino perfetto con Winelivery Spumanti. Che sia un Franciacorta o un Prosecco, un vino spumante è sempre la scelta giusta per un’occasione di festa. Se  siete amanti delle bollicine
Le 5 cose che non ti aspetti sulla Barbera

Le 5 cose che non ti aspetti sulla Barbera

Notizie, vinoedaltro, winestories
Senza dubbio la Barbera è uno dei vini più diffusi sulle tavole degli italiani. Le principali caratteristiche di questo vino sono la sua forte colorazione, buona corposità e soprattutto la vena di fresca acidità, che la rende perfettamente abbinabile a moltissimi piatti della cucina dell'italiana. Oggi vi sveleremo 5 curiosità che probabilmente non sapete sulla Barbera: Tradizionalmente, “La” Barbera viene usato in riferimento al vino, mentre “Il” Barbera si riferisce all’omonimo vitigno. E’ il vitigno maggiormente coltivato in Piemonte. In questa regione non esiste alcun comune dove non si coltivi. Rappresenta circa il 35% dell’intera superficie vitata della regione, circa 50.000 ettari. E’ diffuso anche nelle vicine Lombardia ed Emilia Romagna. In generale rappresenta i
GO VEGAN! Anche il vino può essere vegano…

GO VEGAN! Anche il vino può essere vegano…

Cantine, Notizie, vinoedaltro, winestories
Il vino rientra insospettabilmente tra i prodotti non vegani. Quando, quindi, un vino può definirsi vegano? Ecco le 3 cose da non fare se si vuole produrre un vino vegano : Non utilizzare concimi che comportano lo sfruttamento degli animali Non impiegare alcun pesticida chimico durante la coltivazione della vite. Non avvalersi di “coadiuvanti tecnologici” nelle fasi di depurazione e chiarifica del vino.   In Italia si tende a confondere le terminologie Vegan e Bio. Attualmente le strade percorribili per ottenere la dicitura "vino vegano" sono due: l’autocertificazione la richiesta ad un ente o ad istituto autorizzato il rilascio di tale certificazione.         Noi di Winelivery vi segnaliamo 3 prodotti di aziende che nel
Pro Nobis, il Ruchè di Cantina Sant’Agata

Pro Nobis, il Ruchè di Cantina Sant’Agata

Cantine, vinoedaltro
Il Ruchè di Franco Cavallero Considerato che già non è facile parlare e scrivere di cantine e vini...immaginatevi se il produttore è un amico ed il vino in oggetto uno dei miei preferiti... Scurzolengo si trova in provincia di Asti dove Franco Cavallero da anni, testardamente, prosegue nella sua opera di produzione e divulgazione di un vino tanto particolare quanto diverso da quello che è l'immaginario collettivo di vino piemontese! Inutile perdersi in lungaggini sulla storia di questo vitigno fatta di leggende e ricordi più o meno fantasiosi a riguardo di parroci, vigneti nei pressi di una chiesa o quant'altro si voglia dire (per gli interessati basta cliccare qui)...molto meglio soffermarci su cosa ci si ritrova nel bicchiere quando, a seconda della scelta della bottiglia (e quind
Champagne Albert Demilly, vini dalle terre Champagne-Ardenne

Champagne Albert Demilly, vini dalle terre Champagne-Ardenne

winestories
La Valle della Marna. Esiste forse un posto migliore dove degustare dell'ottimo champagne? Questa regione a sud di Parigi così ricca di varietà di vigneti si trasforma in un paradiso dei sensi, dove l'olfatto è stimolato dalle più pregiate qualità di uva, destinate a diventare vini espressione di genuinità e di duro lavoro, accompagnato da una selezione sempre più affinata con il passare degli anni. Il vino più famoso del mondo, lo Champagne, regna qui sovrano. Nel cuore delle grandi tradizioni vinicole, Albert Demilly, piccolo viticultore, ha saputo donare passione e devozione in questa attività così antica, riuscendo a creare un continuum tra la sua esperienza e le nuove generazioni, coinvolgendo i suoi figli Thomas e Aline nella produzione di Champagne di grande valore. Part
Vini Illica: il biologico piacentino

Vini Illica: il biologico piacentino

winestories
Come questa immagine ci invita a fare, a volte per capire l'origine di alcuni vini bisogna proprio addentrarsi nelle terre da cui provengono... Siamo nel piacentino, meta di numerosi itinerari e gite fuori porta, terra che attrae per le sue bellezze naturali ma anche per la storia che si porta dietro e per la sua arte. Qui la natura domina incontrastata tra speroni rocciosi, colline disseminate di vitigni e panorami dominati da campanili, torri e possenti fortificazioni, che rendono il territorio un luogo carico fascino. Il vino piacentino I colli piacentini sono famosi anche per il vino, per le tante cantine, diverse tra loro, che si dedicano alla coltivazione di vitigni e alla produzione dei migliori vini.  La viticoltura piacentina affonda nella storia le radici della sua tr
Perego & Perego, il vino biologico nel cuore dell’Oltrepo’

Perego & Perego, il vino biologico nel cuore dell’Oltrepo’

winestories
  L'Oltrepo' Pavese.. L'azienda vitivinicola Perego e Perego si trova nell'Oltrepo' Pavese, area territoriale meridionale più grande della provincia di Pavia, che ha le sue radici nel comune di Rovescala. Storicamente contesa tra piacentini e pavesi (c'entrano anche i guelfi e i ghibellini!), Rovescala è una perfetta culla per la coltivazione di uve pregiate. Il suo territorio è infatti caratterizzato da un ambiente naturale ricco di vari elementi, come calcare e argilla, che rendono particolare la composizione morfologica del terreno, e il microclima che troviamo favorisce ulteriormente un equilibrato sviluppo vegetativo. La presenza di boschi di acacie e querce rende infine questo territorio il regno perfetto per la coltivazione della vite, che seguita passo passo sa donare i
Le Torri, passione per il vino al femminile

Le Torri, passione per il vino al femminile

winestories
Se in Italia si cerca la bellezza naturale e il gusto autentico, c’è solo l’imbarazzo della scelta e la Toscana è uno dei luoghi dove si trovano entrambe. Siamo sulle colline fiorentine, immersi nel verde tra boschi, vigneti, oliveti, e in questa cornice da favola troviamo l’azienda agricola e agriturismo “Le Torri”. Ha un passato da borgo medievale, distrutto da un incendio nel XV secolo, ricostruito nel tempo e successivamente trasformato nell’attuale tenuta. L’Azienda vitivinicola “Le Torri” è nata nel 1980 dall’acquisto e dalla fusione di tre diverse aziende produttrici di vino, da parte di Cesare Mozzi, con Ezio Vaccari e Maurizio Gattidei, e dal 1982 si dedica alla produzione di vino. La tenuta ha attualmente un’estensione di circa 103 ettari, di cui 27 coltivati a vignet
Masseria Duca D’Ascoli, vini pugliesi per passione

Masseria Duca D’Ascoli, vini pugliesi per passione

winestories
  La nostra ricerca di cantine di qualità che possano lavorare con noi è incessante, e quando partiamo alla scoperta di nuove collaborazioni lo facciamo sempre in gran stile. Masseria Duca D'Ascoli, la perla della Puglia Siamo nelle terre del profondo sud, dove il legame tra tradizioni, persone e mestieri è da sempre forte e con origini lontane, e la famiglia Longo ne è un simbolo. I Longo, famiglia dauna dedita alla coltivazione delle terre e alla produzione di vino, hanno saputo reinventarsi, portando innovazione e nuove tecnologie nella lavorazione del vino senza però discostarsi dal passato e lasciando immutate le tradizioni. I 25 ettari di terre che si estendono nel comune di Ordona sono la base per la produzione di vini di qualità superiore, terre che verranno amp
Dalle terre vulcaniche, i vini intensi di Monte Gorna

Dalle terre vulcaniche, i vini intensi di Monte Gorna

winestories
  Le terre del sud custodiscono sempre grandi storie di tradizioni e passioni tramandate negli anni, e  la Tenuta Monte Gorna poggia le sue radici proprio in questi elementi. Siamo in Sicilia, tra il monte Gorna e il monte Ilice, due vulcani inattivi situati sul versante sud-orientale dell’Etna. La Tenuta Monte Gorna è un’azienda a conduzione familiare, che nasce dall’amore della famiglia per le terre e per il vino e che è ormai arrivata alla terza generazione. Alla ristrutturazione dei terreni, interamente reimpiantati a vigneto, è seguito un grande lavoro di promozione dei propri vini e del lavoro fatto, reso possibile anche dalla partecipazione al Vinitaly nel 2012 e ad altre manifestazioni del settore. I vini di origine vulcanica La peculiarità dei vini Monte
#winestories – Caven, la storia della Vendemmia, seconda parte

#winestories – Caven, la storia della Vendemmia, seconda parte

winestories
Eccoci di nuovo, cari Winelovers! Pronti per continuare la storia della vendemmia?Eravamo rimasti... Alla diraspatura! Nell'articolo precedente è stata l'ultima cosa che abbiamo spiegato, e abbiamo detto che è l'operazione con la quale si separano i raspi dagli acini dei grappoli prima che l'uva sia sottoposta alla fermentazione alcoolica. Questo processo si può scegliere di eseguirlo prima, durante o dopo la pigiatura, e avviene secondo modalità diverse. La diraspatura avviene tramite  diraspatori meccanici. Successiva alla diraspatura avviene la pigiatura, il primo vero e proprio trattamento dell'uva. La pigiatura è una pratica molto antica, effettuata già dai greci, e avveniva personalmente: uomini e donne si occupavano della spremitura degli acini, schiaccian
SanGervasio porta la natura del vino a casa tua con Winelivery!

SanGervasio porta la natura del vino a casa tua con Winelivery!

Notizie
Come sapete noi di Winelivery siamo sempre alla ricerca di nuovi vini da potervi far degustare, magari durante una cena o durante una serata in compagnia. Quest'oggi abbiamo il piacere di presentarvi una nuova cantina Toscana che con la loro viticoltura biologica in ben 22 ettari di vigneto vuole farvi ricordare la bellezza della natura del vino. Stiamo parlando della cantina SanGervasio! I loro terreni sono l'espressione della tipicità del territorio, caratterizzati da marne calcaree poggiate su tufo, sabbia, argilla e dalla presenza di conchiglie fossili. E da questa perfetta armonia crescono vitigni a bacca rossa ( Sangiovese, Merlot e Cabernet Sauvignon ) e a bacca bianca ( Chardonnay, Sauvignon Blanc, Vermentino e Trebbiano ) e ovviamente nessun tipo di diserbante, pesticidi o concim
San Siro a soli 30 minuti da te! Collina dei Ciliegi e Winelivery vi regalano Milan – Udinese in SkyLounge VIP!

San Siro a soli 30 minuti da te! Collina dei Ciliegi e Winelivery vi regalano Milan – Udinese in SkyLounge VIP!

Notizie
Riparte la Serie A e con lei la possibilità di vincere 4 biglietti per Milan - Udinese! Grazie alla collaborazione con la cantina de La Collina dei Ciliegi, Winelivery vi regala le migliori partite di Serie A di Milan e Inter. Nel corso di questa stagione calcistica, lanceremo periodicamente dei contest per darvi la possibilità di assistere ai match della vostra squadra del cuore e farvi vivere un’esperienza unica all’interno della SkyLounge VIP di S. Siro. La SkyLounge VIP è la casa de La Collina Dei Ciliegi e già dallo scorso campionato ospita anche Winelivery. Nel primo appuntamento di quest'anno saranno i tifosi rosso-neri a godersi la comodità del trattamento VIP che gli consentirà di godere della vista dalla SkyLounge, la cucina dello chef stellato Enrico Bartolini e i plu
#winestories – 6000 anni di vino!

#winestories – 6000 anni di vino!

winestories
Un gruppo di archeologi italiani ha scoperto un'anfora risalente all'età del rame ( 4.000 a.C ) contenente tracce di vino sconvolgendo il presunto avvio della vinificazione in Italia. Precedentemente si credeva che la crescita e la produzione in Italia si fosse sviluppata attorno alla metà dell'età del Bronzo (1300-1100 B.C.), da cui risalgono alcuni semi e cocci di vasi ritrovati all'interno di antiche cantine. Tuttavia quest' ultima scoperta pone l'inizio del patrimonio vitivinicolo italiano ancora più indietro nella storia, indicando che la conoscenza sul produrre vino è stata acquisita almeno nel 4.000 a.C durante l'età del rame. Un gruppo di archeologi diretti dal dottor Davide Tanasi, dell'University of South Florida, ha fatto la scoperta in un sito a Monte Kronio, o monte San Cal
Tenute Gregu – Spirito Giovane

Tenute Gregu – Spirito Giovane

winestories
Quella della famiglia Gregu è una storia che parte da lontano, dai primi anni 20 del ‘900 in Barbagia dove si dedica, per più di novant’anni, alla coltivazione della vite e alla produzione di vino per il consumo domestico o per essere venduto sfuso in paese e nei dintorni. Con queste radici non potevano non nascere dei rami più giovani e intraprendenti che decisero di trasferirsi in Gallura per riprendere le origini di famiglia, gli insegnamenti degli antenati giovani e forti, unendoli ad una visione nuova e a un progetto vitivinicolo. Nascono così le Tenute Gregu, un’azienda vinicola in Sardegna che vuole essere espressione di tradizione e innovazione, di qualità ed eccellenza nella produzione dei vitigni tipici della Gallura e della Sardegna. Arrivare alle Tenute Gregu significa e
L’alfabeto del vino – R come Riesling

L’alfabeto del vino – R come Riesling

winestories
Di Riesling si inizia a parlare intorno al 1400, quando partendo dalle valli del Reno, questo vigneto si diffuse in tutta la Germania, dove molto tempo prima i Romani avevano introdotto la viticultura. Le recenti analisi genetiche affermano che sia un incrocio tra tre varietà di vigneti: - Un vitigno autoctono già in possesso dei Germani che rende la bacca del Riesling piccola e resistente al freddo. - Il Traminer importato dai Romani che si incrociò, probabilmente spontaneamente, portando così un netto miglioramento qualitativo. - L’Heunisch, vitigno importato dagli unni ed innestato agli altri due per conferire alle uve un’aciditá stabile e fragrante. Il suo nome pare tragga origine da "reissende tiere", ovvero animale selvatico, a causa del suo aroma che ricorda vagamente l’
#winestories – BioChampagne.com, il portale che ci piace!

#winestories – BioChampagne.com, il portale che ci piace!

winestories
BioChampagne.com è il portale web che offre la possibilità di acquistare online i migliori vini e Champagne biologici, biodinamici e naturali. Winelivery è il portale numero uno per la consegna rapida a domicilio di vino, birra e superalcolici di qualità. Cosa accomuna i due portali? I prodotti di qualità, certo, ma sopratutto la grande passione per il vino e l'essersi saputi mettere in gioco nel mondo dell'enologia. Non credete anche voi che questi fattori siano la base per una solida collaborazione? Per questo oggi voglio parlarvi del portale BioChampagne. Come nella migliore tradizione italiana, l’idea di Biochampagne.com è nata a tavola, dal connubio tra il buon cibo e la grande passione per il vino e lo Champagne. Il loro obiettivo è proporre un nuovo punto di vista sulla
L’alfabeto del vino – P come Passerina

L’alfabeto del vino – P come Passerina

winestories
Questo vitigno autoctono dell'Italia centrale contende le sue origini tra la zona di Frosinone e le Marche poiché, essendo stato coltivato fin dall’antichità in tutto il Centro Italia anche con nomi diversi (Uva passera, Caccione, Uva d’oro, Trebbiano di Teramo, Campolese, Trebbiano Dorato, Trebbiano Scenciato, uva Fermana e Cacciadebiti ) è difficile stabilirne l’esatta origine, seppur gli studiosi siano quasi tutti certi che provenga dalle Marche. Di certo si sa che il suo nome particolare si deve alla ghiottoneria che i passeri hanno per le sue bacche particolarmente dolci e ricche di sostanze benefiche come la quercitina. Un fatto molto curioso è dato da uno dei suoi sinonimi, Cacciadebiti: si dice che questo nome sia nato perchè in passato questo vino prelibato veniva utilizzato come
Fashion week, Fashion wine!

Fashion week, Fashion wine!

Notizie, winestories
In questi giorni a Milano si torna a sfilare sulla passerella con la settimana della moda uomo e si ritorna a parlare del Made in Italy. Quello della moda, come quello del vino, è uno dei settori che permette di ricordare a tutti le bellezze del nostro paese essendo punte di diamante del export italiano. Qualche esempio di elementi in comune? L’haute couture; i prodotti low cost, abiti e vini a basso prezzo; la “democratizzazione” del lusso; gli investimenti in ristoranti e hotel di alto livello; gli stilisti che diventano vigneron e la tendenza vintage. Questi due mondi si uniscono, a volte parlando un linguaggio sensoriale comune: vista, olfatto, tatto si coniugano in termini comuni; chi può dimenticare il famoso rosso bordeaux, un rosso particolarmente scuro, il cui nome deriva dall’omo
L’alfabeto del vino – N come Nebbiolo

L’alfabeto del vino – N come Nebbiolo

winestories
Definito la "regina delle uve nere" il nebbiolo è il più antico vitigno a bacca nera di Piemonte e Lombardia (Valtellina), ma anche uno dei più pregiati e nobili d'Italia. Le prime citazioni storiche si hanno dalla fine del Duecento, ma solo a partire dal XIX secolo il Nebbiolo viene frequentemente citato nelle opere dei più famosi ampelografi ( coloro che descrivono e classificano i vitigni sul piano della morfologia esterna), inoltre, il Nebbiolo, è parte dello statuto comunale di La Morra dal 1431. Il suo nome deriverebbe da “nebbia”: secondo alcuni perché i suoi acini danno l’impressione di essere “annebbiati”, ricoperti dalla pruina ( velo ceroso che si deposita sulla superficie degli acini ) abbondante; secondo altri, invece, perché la maturazione tardiva dell’uva spinge la ven
A Milano il Vino lo Porta Winelivery! – Successo nel crowdfunding: raggiunto più del 200% dell’obiettivo.

A Milano il Vino lo Porta Winelivery! – Successo nel crowdfunding: raggiunto più del 200% dell’obiettivo.

Notizie
Winelivery, la prima startup italiana che consegna vino e alcolici a domicilio in meno di 30 minuti in tutta Milano, al primo traguardo della raccolta di fondi sul portale Crowdfundme.it supera l’obiettivo prefissato di 50mila euro raccogliendo più di 100mila euro: più del doppio, senza contare ulteriori 15 mila euro in fase di approvazione e finalizzazione. Sono oltre 100 le persone che hanno dimostrato concretamente di credere nel progetto del “Vino prêt à boire” investendo in winelivery. Visto il successo della campagna di Crowdfunding, dato dall’overfunding in dirittura d’arrivo, il periodo di raccolta fondi è stato prolungato di ulteriori 30 giorni con l’obiettivo di 150mila euro. I dati sono sorprendenti, solo nell’ultima settimana sono stati investiti più di 60mila eur

Vi portiamo nel Tempio del Calcio! Grazie a La Collina dei Ciliegi in palio 4 biglietti per assistere a Inter-Bologna

Notizie
La fede calcistica, si sa, è come l'amore per il buon vino... incrollabile per tutta la vita! Fan rosso-neri e nero-azzurri, quella che stiamo per raccontarvi è la notizia che stavate sognando! Grazie alla collaborazione con la cantina de La Collina dei Ciliegi, winelivery vi regala le migliori partite di Serie A di Milan e Inter. Nel corso di questa stagione di calcistica, lanceremo periodicamente dei contest per darvi la possibilità di assistere ai match della vostra squadra del cuore e farvi vivere un'esperienza unica all'interno della SkyLounge VIP di S. Siro. Già dal 2015, infatti, la Skylounge VIP è la casa de La Collina Dei Ciliegi e da quest'anno ospiterà anche winelivery. Il trattamento VIP vi consentirà di godere le partite dalla SkyLounge, con la miglior vista di tutto lo
#ilpastodivino – winelivery e Timo T’amo si incontrano e fanno magie!

#ilpastodivino – winelivery e Timo T’amo si incontrano e fanno magie!

timotamo
  Se vi trovate davanti a questo blog è perchè probabilmente winelivery lo conoscete già... quello che forse sarete curiosi di sapere è: cosa significa #ilpastoodivino? E, soprattutto, cos'è Timo T'amo? #ilpastodivino è una rubrica che vi darà spunti per arricchire le vostre tavole con Bacco e leccornie!!! Grazie alla preziosa collaborazione con Francesca e il suo blog "Timo T'amo", ogni settimana vi proporremo una videoricetta da abbinare ai vini che potrete trovare sul nostro portale winelivery. Per raccontare Timo T'amo lasciamo la parola Francesca, "Timo T'amo è una finestra sulla felicità. Il pensiero alla base di Timo T'amo è il concetto "svuotafrigo". Per evitare buona parte degli sprechi, innanzitutto, e poi perchè  non sempre alla fine di una giornata di lavoro si ha vog
L’Albeisa – il ritorno di una grande guardiana.

L’Albeisa – il ritorno di una grande guardiana.

vinoedaltro, winestories
L’Albeisa è una bottiglia per il vino nata all’inizio del 17° secolo nelle zone di Alba, Piemonte. Orgogliosi dei propri vini, i produttori di questa zona, vollero contraddistinguerli da altri creando una nuova forma di bottiglia: L’Albeisa. Purtroppo a causa delle invasioni napoleoniche l’Albeisa fu sostituita dalle due forme tipiche francesi: la Bordolese e la Borgognotta (cui somiglia parecchio), più economiche e a sagoma più regolare in quanto soffiate in stampi che ne garantivano una forma più omogenea. Il 1973 vede la rinascita dell’Albesia: 16 produttori decisero di riutilizzare l’antica forma, riadattandola alle esigenze moderne e scrivendo in rielievo il nome Albeisa. Venne poi costituita l’Unione Produttori Vini Albesi e siglata la stretta collaborazione con la Vetrerie Ita