Storie, Racconti, Notizie sul mondo del Vino

winestories

Prosecco e Champagne: la differenza è solo nel prezzo?

Prosecco e Champagne: la differenza è solo nel prezzo?

Bollicine, sommelier, winestories
Scopri con Winelivery le principali differenze tra i due spumanti più amati nel mondo Iniziamo con un dato. Da qualche anno l'Italia produce più vino della Francia. C'è stato il tanto agognato sorpasso! Buona parte del merito di questo risultato va riconosciuto al Prosecco che, da fenomeno planetario quale ormai è diventato, ha trascinato l'Italia verso un obbiettivo semplicemente impensabile fino a pochi anni fa. Ma c'è un altro dato che dovremmo sempre tenere presente. I francesi producono sì meno vino degli italiani. Ma a conti fatti guadagnano molto di più. E anche in questo caso il merito di questo risultato spetta alla più famosa bollicina di Francia, lo Champagne che rispetto all'italico Prosecco costa mediamente molto di più. Ma per quale motivo i francesi riescono a farsi p
Che cosa sai della DOC Biferno? 4 curiosità legate a uno dei più antichi vini d’Italia

Che cosa sai della DOC Biferno? 4 curiosità legate a uno dei più antichi vini d’Italia

Cantine, winestories
Scopri con Winelivery una delle DOC più antiche e particolari d'Italia Il meraviglioso clima e l'incredibile biodiversità del nostro paese hanno permesso, nel corso dei secoli, la creazione di moltissimi vitigni autoctoni. In tutte le regioni della Penisola. Oggi puntiamo il nostro obiettivo su una particolare Denominazione, quella del Biferno, tra le prime nate in Italia e vera eccellenza vinicola del Molise. 4 curiosità sulla DOC Biferno La zona di produzione comprende l'area costiera della provincia di Campobasso e una piccola parte nell'entroterra, attraversata dal fiume più grande della regione. Il Biferno, appunto, che dà il nome alla DOC. Il clima fortemente influenzato dalle vicine montagne e il disciplinare prevede una rigida regolamentazione sull'altitudine alla qual
A proposito di Prosecco…le 4 curiosità che ti lasceranno a bocca aperta.

A proposito di Prosecco…le 4 curiosità che ti lasceranno a bocca aperta.

Bollicine, Notizie, Uncategorized, winestories
Scopri con Winelivery 4 cose inaspettate sul Prosecco. Tutti, almeno una volta nella vita, abbiamo sorseggiato un frizzante calice di Prosecco. Molti lo amano, alcuni lo odiano, ma conosciamo davvero tutto di questo grande classico della tradizione italiana? Winelivery ha deciso di svelarvi 4 curiosità legate al Prosecco, per farvi diventare consumatori sempre più esperti, o semplicemente per darvi una chance di stupire i vostri amici nel weekend durante un aperitivo. 1. Il Prosecco è il vino più venduto al mondo. Ebbene sì, dal 2014, dopo aver superato anche le vendite dello Champagne, il Prosecco è ufficialmente il vino più venduto nel mondo, e detiene tuttora questo record. I mercati internazionali di riferimento sono gli Stati Uniti e la Cina, mentre sul territorio europe
Esistono davvero i vini senza solfiti?

Esistono davvero i vini senza solfiti?

agricoltura biologica, vinoedaltro, vinosenzasolfiti, winestories
E' giunto il momento che Winelivery vi aiuti a schiarirvi le idee sul tema dei solfiti. La domanda che tutti si pongono è: ma esistono davvero i vini senza solfiti? Cominciamo a chiarire che i solfiti non sono dannosi per la salute dell'uomo (almeno in moderate quantità). I solfiti, infatti, sono semplicemente degli additivi antiossidanti, comunemente utilizzati nel settore alimentare e anche nella produzione di vini. Il loro scopo principale è rallentare lo sviluppo dei microbi e il corretto mantenimento dei prodotti. Va però premesso che la solforosa è anche uno dei sottoprodotti della fermentazione alcolica. E di conseguenza, seppur in piccole dosi,  è sempre presente in tutti i vini al termine della fase di vinificazione. Nelle cantine, però, la solforosa viene usata anche anche
Mamamango, il cocktail aromatizzato a base di vino!

Mamamango, il cocktail aromatizzato a base di vino!

Notizie, vinoedaltro, winestories
Dall'azienda vinicola piemontese Arione arriva un prodotto destinato a stravolgere le regole dell'happy hour. Chi ha detto che dal mondo vitivinicolo non ci si possa più aspettare niente di nuovo? In un mercato storicamente legato alle tradizioni e a metodi di produzione piuttosto rigidi, ancora una volta l'innovazione arriva da un'eccellenza italiana. L'azienda vinicola piemontese Arione, situata a cavallo tra le Langhe e Monferrato, ha una lunga storia legata alla cultura di questi territori. Cantina leader in Italia e nel mondo per la produzione di spumanti dolci, prevalentemente a denominazione Asti DOCG e Moscato d'Asti DOCG, nonostante la forte connessione con le tradizioni della viticoltura piemontese ha sempre dimostrato un impegno concreto nella ricerca e nello sviluppo di
Il miglior amico di una donna? Il Vino!

Il miglior amico di una donna? Il Vino!

festività, vinoedaltro, winestories
Noi di Winelivery non abbiamo dubbi. Altro che diamanti, il miglior amico di una donna è il vino! Soprattutto nei weekend.. Secondo studi recenti, è emerso che il numero di donne che consumano vino è in netto aumento. E lo fanno soprattutto nel fine settimana, in situazioni di festa o di relax, come un aperitivo o una cena al ristorante. A differenza degli uomini che hanno manifestato un rapporto quotidiano con il vino legato a contesti più intimi. Quindi, popolo maschile, orecchie aperte! In occasione della festa della donna abbiamo deciso di svelarvi le tipologie di vino che le donne ordinano con maggiore frequenza, per non farvi trovare impreparati nel fine settimana. 1. Vini Spumanti: che sia un semplice e brioso Prosecco o un fragrante e complesso Franciacorta, è un dato di
MOMA 2019: quando vino e arte si fondono

MOMA 2019: quando vino e arte si fondono

Arte, Cantine, Eventi, Notizie, winestories
L’azienda vinicola Umberto Cesari, attraverso il progetto MOMA, riaccende il binomio tra vino e opera d’arte. MOMA (MyOwnMAsterpiece) rappresenta la linea di prodotti dell’azienda vinicola Emiliana, realizzata con un’opera d’arte originale esposta in etichetta. Tale opera viene scelta con l’Umberto Cesari Art Contest, che si tiene ogni quattro anni. Nel 2019 cade l'anno in cui va in scena la competizione realizzata per i giovani artisti: dal 24 gennaio all’11 marzo sarà possibile presentare le proprie opere, rassegnate prima da una giuria, e poi dagli utenti del web che, con un voto online, selezioneranno tra i finalisti il vincitore della terza edizione, che vedrà la sua opera sulle etichette destinate alla prossima linea MOMA. L’azienda Umberto Cesari, oltre al contest per
Le 4 domande più frequenti rivolte a un sommelier

Le 4 domande più frequenti rivolte a un sommelier

Notizie, sommelier, vinoedaltro, winestories
Winelivery ha raccolto le domande che spesso vengono poste ai sommelier, alle quali l'Accademia Internazionale Degustibuss ci ha aiutato a rispondere. Spesso la figura del Sommelier, all'interno del contesto ristorativo e non, viene interpretata in modo ambiguo da persone non pratiche del settore enologico, quasi fosse uno stregone in grado di darci tutte le risposte, semplicemente osservando e roteando un calice. In realtà, l'arte della "sommellerie" fornisce gli strumenti per interpretare le caratteristiche principali di un vino alla figura professionale del Sommelier. Sta poi alla sua esperienza e competenza trarre conclusioni corrette. Noi di Winelivery abbiamo deciso di riportare un breve elenco con le 4 domande (e le risposte) più frequenti che ci poniamo osservando un Sommeli
Le 5 cose che non ti aspetti sulla Barbera

Le 5 cose che non ti aspetti sulla Barbera

Notizie, vinoedaltro, winestories
Senza dubbio la Barbera è uno dei vini più diffusi sulle tavole degli italiani. Le principali caratteristiche di questo vino sono la sua forte colorazione, buona corposità e soprattutto la vena di fresca acidità, che la rende perfettamente abbinabile a moltissimi piatti della cucina dell'italiana. Oggi vi sveleremo 5 curiosità che probabilmente non sapete sulla Barbera: Tradizionalmente, “La” Barbera viene usato in riferimento al vino, mentre “Il” Barbera si riferisce all’omonimo vitigno. E’ il vitigno maggiormente coltivato in Piemonte. In questa regione non esiste alcun comune dove non si coltivi. Rappresenta circa il 35% dell’intera superficie vitata della regione, circa 50.000 ettari. E’ diffuso anche nelle vicine Lombardia ed Emilia Romagna. In generale rappresenta i
Vigna Cunial, l’eccellenza del vino biologico

Vigna Cunial, l’eccellenza del vino biologico

agricoltura biologica, Cantine, vinobiologico, vinoedaltro, winestories
Da una piacevole chiacchierata con Umberto ed Emilio Cunial, è nata un'interessante intervista su come l'azienda di famiglia si affacci al panorama enologico italiano... Vi presentiamo Vigna Cunial! Dove e come nasce il progetto Vigna Cunial? L’azienda nasce fin da subito come realtà biologica, alla fine del 2001. Nostro padre Gianmaria, dopo aver svolto diverse analisi agronomiche legate al territorio, si è accorto del potenziale di questi terreni abbandonati. Da qui nasce la decisione di fondare Vigna Cunial-Azienda Agricola Elena. Non solo vino quindi? Esattamente, il background da agronomo di nostro padre e il totale recupero del territorio hanno permesso una produzione ortofrutticola di stagione oltre alla coltivazione biologica di girasoli, grani e cereali antichi, e olio ext
GO VEGAN! Anche il vino può essere vegano…

GO VEGAN! Anche il vino può essere vegano…

Cantine, Notizie, vinoedaltro, winestories
Il vino rientra insospettabilmente tra i prodotti non vegani. Quando, quindi, un vino può definirsi vegano? Ecco le 3 cose da non fare se si vuole produrre un vino vegano : Non utilizzare concimi che comportano lo sfruttamento degli animali Non impiegare alcun pesticida chimico durante la coltivazione della vite. Non avvalersi di “coadiuvanti tecnologici” nelle fasi di depurazione e chiarifica del vino.   In Italia si tende a confondere le terminologie Vegan e Bio. Attualmente le strade percorribili per ottenere la dicitura "vino vegano" sono due: l’autocertificazione la richiesta ad un ente o ad istituto autorizzato il rilascio di tale certificazione.         Noi di Winelivery vi segnaliamo 3 prodotti di aziende che nel
Dici Prosecco…

Dici Prosecco…

vinoedaltro, winestories
Dici Prosecco e pensi inevitabilmente alle bollicine. Quasi fosse un sinonimo di occasione piacevole, aperitivo e più in generale di festa.  Ma cosa sappiamo veramente del Prosecco? E siamo certi di saper distinguere un vero Prosecco da una qualunque bollicina? Per non sbagliare vi aiutiamo noi! Prosecco, facciamo chiarezza Il Prosecco è uno spumante prodotto con il tradizionale metodo Charmat (in Italia si può anche chiamare Martinotti, in onore dell’inventore italiano del sistema più efficiente per fare gli spumanti). Il metodo Charmat si usa per spumantizzare velocemente i vini prodotti da uve particolari. Il risultato sono vini spumanti semplici e piacevoli. Perfetti per l’aperitivo. Come si riconoscono? Rispetto ai Metodo Classico, Champagne o Franciacorta, hanno in gener
Moscato d’Asti? Volentieri… ma secco!

Moscato d’Asti? Volentieri… ma secco!

winestories
Siamo sempre stati abituati a pensare all’Asti DOCG come a un vino dolce. Perfetto per festeggiare in famiglia la sera di Natale o tutt’al più per accompagnare qualche dolce a fine pasto. E' già qualche anno, però, che i responsabili del Consorzio dell’Asti DOCG hanno iniziato a pensare che fosse un peccato limitare il consumo di questo piacevole vino solo alla fine pasto e alle occasioni di festa. E sull’onda del successo planetario del Prosecco, hanno quindi pensato di consentire la produzione di una nuova versione dell’Asti DOCG. Secco…. O meglio meno dolce. E quindi perfetto anche come un insolito aperitivo. Asti DOCG Secco: i primi risultati iniziano ad arrivare Ottenuto esclusivamente da uve Moscato bianco coltivate nei 52 comuni delle province di Asti, Alessandria e Cuneo, l'
Cantina 366, dalla passione all’evoluzione del vino

Cantina 366, dalla passione all’evoluzione del vino

winestories
Il Canavese, terra della Cantina 366 Siamo ad Agliè, un piccolo comune della provincia di Torino, situato nelle bellezze del Canavese. Qui molti fiumi fanno da padroni, rendendo l'intera zona particolarmente fertile e rigogliosa, trasformandosi in un paradiso fatto di parchi e riserve naturali dove è possibile rifugiarsi e immergersi nella natura concedendosi un totale relax. I terreni che troviamo sono di origine morenica, sciolti e ricchi di minerali, dislocati intorno allo splendido Lago di Viverone che fa da sfondo in un paesaggio punteggiato di vigne e campi coltivati. La natura di questo territorio ha fatto sì che si creassero le condizioni ideali per la coltivazione della vite, rendendo l'offerta di vini piemontesi una delle prime in Italia per varietà e qualità dove l'att
Un tris marchigiano per sorprendere gli amici a cena

Un tris marchigiano per sorprendere gli amici a cena

vinoedaltro, winestories
Tempo fa un amico, esperto degustatore, si divertiva organizzando una cena tra amici e facendo trovare ai suoi ospiti all’inizio della serata tre bottiglie coperte. Una bollicina, per iniziare la cena con un aperitivo soft, un bianco più o meno strutturato a seconda del primo piatto servito, e un rosso da abbinare al secondo. Il gioco si protraeva per tutta la cena. Ogni ospite doveva azzardare la provenienza e il vitigno di ogni etichetta e, soprattutto, alla fine del pasto doveva dare un’indicazione di quanto potevano costare i diversi vini.  Quello che rendeva davvero felice il nostro amico esperto era riuscire sempre a sorprendere gli ospiti, proponendo vini fuori dall’ordinario, per provenienza, vinificazione o vitigno, ma soprattutto sorprendere tutti con un conto complessivo ben
Buon vino Biologico del territorio: Vigna Cunial

Buon vino Biologico del territorio: Vigna Cunial

Cantine, winestories
Iniziamo subito con il dire che oggi il termine BIO è di gran moda. Dopo anni in cui il reparto Biologico delle enoteche era popolato solo di pochi prodotti (spesso di cattiva qualità) siamo arrivati oggi a una situazione diametralmente opposta. Oggi molti si sono (fortunatamente) riscoperti amanti della natura e accesi sostenitori delle tecniche di coltivazione Biologiche. Mai come oggi è dunque importante saper riconoscere chi lavora bene da chi invece lo fa solo per cavalcare l’onda e spuntare un euro in più sul prezzo della bottiglia. Come si riconosce un vino BIO L’8 marzo 2012 è stato approvato il regolamento UE che disciplina la produzione del vino biologico e la possibilità di mettere il logo europeo in etichetta, come avviene per gli altri alimenti biologici (Reg. UE 203-
Terzini: vini dalle antiche terre abruzzesi

Terzini: vini dalle antiche terre abruzzesi

winestories
L' Abruzzo è una regione a cui non manca niente: terra di bellezze artistiche e paesaggistiche, la storia e le tradizioni fanno da protagoniste, partendo dalla cultura locale, arrivando ai prodotti tipici e alle esperienze del territorio. In questo articolo vi portiamo a Tocco da Casauria, un piccolo comune di quasi 3000 abitanti facente parte della Comunità montana Montagna Pescarese. Siamo immersi nel verde, vicinissimi a numerose riserve naturali, a 20 minuti dal Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga e a un'ora dal Parco Nazionale della Majella. Qui il rispetto per la natura è importantissimo: le ricchezze ambientali, la grande varietà di ecosistemi, dai brulli altopiani fino alle foreste sterminate, rendono il luogo un vero e proprio inno alla biodive
I vini Terracruda, il meglio delle Marche

I vini Terracruda, il meglio delle Marche

winestories
La splendida immagine qui sopra vuole essere il benvenuto in questo nostro nuovo articolo, un dolce modo per inoltrarsi nel racconto di una cantina machigiana, Terracruda, che ha deciso di credere nel progetto Winelivery e di unirsi noi. Le origini di Terracruda Siamo a Fratte Rosa, un piccolo comune nella provincia di Pesaro e Urbino, nell'entroterra marchigiano. Sorge a cavallo fra le valli del medio Metauro e del medio Cesano, sulla cima di una collina circondata dal verde dei campi coltivati e dei numerosi vigneti, che creano una cornice panoramica tra le più belle della provincia. Ha origini medievali, e il nucleo antico dell’abitato, dalla tipica pianta a spirale, è raccolto, con le sue pittoresche abitazioni di mattoni rosa, all’interno delle mura medievali e conserva al suo int
Umberto Cesari: vini forti per natura

Umberto Cesari: vini forti per natura

winestories
Oggi vi portiamo a Castel San Pietro Terme.. La città del "viver bene", per l'elevata qualità della vita e per i tanti servizi a disposizione di cittadini e visitatori, con oltre 800 anni di storia, situata ai piedi delle verdi colline bolognesi, al confine fra Emilia e Romagna. Il passato di questa città le rende onore, avendo assunto un ruolo "protettivo": in seguito alla battaglia di Legnano, Bologna, per difendere la propria pace ed autonomia, ordinò che in diversi punti del territorio fossero costruiti castelli fortificati. Fra questi, particolarmente importante, sia per la posizione geografica, che per gli eventi storici che la videro protagonista, troviamo appunto Castel San Pietro Terme. Le guerre, le occupazioni e le distruzioni caratterizzano fin dai primi anni la sua fo
Tenuta Casteani: l’arte del vino maremmano

Tenuta Casteani: l’arte del vino maremmano

winestories
  La Toscana è da sempre una perla italiana, rinomata in tutto il mondo per le sue bellezze naturali e per gli scorci mozzafiato tutti da scoprire, ma anche per il suo asso nella manica che stupisce sempre, e cioè l'ampia offerta di specialità enogastronomiche che arricchiscono la tavola accontentando tutti. Tra la terra e il mare, nello spettacolo dei colori sprigionati dai boschi, tra le colline metallifere e i vigneti, 80 ettari, coltivati con amore, sono il cuore della Tenuta Casteani. Questa azienda vitivinicola, che si propone come Wine Resort per godersi autentici momenti di relax (andate a guardare le foto sul loro sito e vi verrà voglia di raggiungere quel luogo...), offre vini di alta qualità, provenienti da vitigni autoctoni e curati uno ad uno in tutte le loro
Gustinvest/Empson: selezione di qualità da tutto il mondo

Gustinvest/Empson: selezione di qualità da tutto il mondo

winestories
Da secoli il vino è uno dei raffinatissimi prodotti commercializzato in tutto il mondo: imbottigliato e spedito (usato anche come pregiata merce di scambio), è da sempre uno dei simboli della lunghissima tradizione agricola e vitivinicola italiana. Il consumo sempre maggiore di questo prodotto ha portato ad un'espansione del mercato, aumentandone la domanda e il commercio (il nostro Paese al momento si posiziona come terzo esportatore al mondo dopo Francia e Spagna). Gustinvest nasce proprio all'interno di questo contesto: in risposta alla crescente domanda di vino italiano nei mercati esteri, da subito mette a frutto le opportunità a livello internazionale derivanti da nicchie di emergenti, affiancandosi al business già consolidato della ben più esperta Empson & Co. SPA, esportatr
I 5 consigli di Winelivery sui vini vegani

I 5 consigli di Winelivery sui vini vegani

Notizie, winestories
Alzi la mano chi ancora crede che il vino sia una semplice spremuta di uva fermentata. E che dunque sia “naturalmente” adatto anche alla tavola dei più rigidi osservanti della filosofia vegana. Se anche voi appartenete a questo vasto gruppo di fiduciosi/ottimisti, sappiate che vi state sbagliando di grosso. E ora vi spieghiamo il perché. Bio vuol dire... Durante il processo di lavorazione di un vino tradizionale, infatti, anche se certificato BIO, possono essere usati prodotti di origine animale. A partire dalla campagna, dove tradizionalmente si usa il concime animale per stimolare la crescita delle piante. Fino in cantina dove normalmente si usano colla di pesce e albumina durante la fase di chiarifica che precede l’imbottigliamento. Entrambe queste pratiche, sia chiaro, sono perfe
Carus Vini, lavori in corso!

Carus Vini, lavori in corso!

winestories
    Vi avevamo già parlato della cantina Carus Vini, una delle eccellenze della sotto-zona Classico della produzione del Chianti (per chi volesse rinfrescarsi la memoria, trovate facilmente l'articolo nel nostro sito). Da sempre la loro attenzione verso l'ambiente ha portato ottimi risultati, con l'obiettivo di ridurre l'impatto sul terreno e dare le migliori rese per la produzione del vino. Queste scelte sono state rese possibili dall'approccio che questa cantina ha con il territorio, grazie, ad esempio, all'installazione di pannelli fotovoltaici sul tetto, che permette una produzione propria di energia. Tutto ciò è possibile solo grazie alla dedizione che il personale mostra in questo progetto, seguendo accuratamente tutti i passaggi, elementi preliminari alla b
Fondo Montebello: qualità italiana nei mercati di tutto il mondo

Fondo Montebello: qualità italiana nei mercati di tutto il mondo

winestories
L’azienda Fondo Montebello nasce nel 1991 per la produzione di Aceto Balsamico di Modena, basandosi sull’esperienza consolidata nel tempo dell’antica ricetta tramandata di padre in figlio fino ad arrivare al fondatore dell’acetaia Massimo Bellodi. Un grande punto di forza di questa azienda è stato il continuo investimento, il voler ottenere sempre prodotti di altissima qualità, puntando sulla ricerca, sulla commercializzazione di prodotti artigianali scelti con attenta selezione qualitativa da fornitori certificati. Con l’entrata del nuovo socio ed amministratore unico Francesco Piccolo, nel 2013, il quale condivide con Massimo Bellodi lo stesso proposito di puntare sull’innovazione, l'azienda sposta lo sguardo sempre di più sullo scenario internazionale. Francesco propone con