Storie, Racconti, Notizie sul mondo del Vino

Il momento giusto per bere un rosato? Sempre!

Winelivery vi suggerisce le 5 occasioni perfette per ordinare un vino rosato. Stupite tutti con un calice fuori dall’ordinario

Bianco con il pesce e rosso con la carne. Con le dovute eccezioni, questa regola aurea è condivisa, e rispettata, più o meno da tutti. Ma qual’è il momento giusto per bere un rosato? In realtà non esiste un momento perfetto. I rosati, infatti, per loro stessa natura sono vini estremamente versatili che, a seconda dei casi, possono adattarsi a un’infinità di occasioni. Basta scegliere il rosato giusto per non pentirsi mai.

Iniziamo a distinguere i rosati in base al colore.

  • Quelli più chiari, gli esperti li definiscono color buccia di cipolla, hanno caratteristiche molto simili a quelle di un vino bianco. E  come tali vanno considerati.
  • Quelli che invece sono caratterizzati da un colore più intenso, gli esperti li definiscono rosa cerasuolo, vanno considerati dei rossi leggeri e di conseguenza vanno proposti in occasioni diverse.

Ecco quindi i 5 casi in cui abbinare
con soddisfazione un buon rosato

  1. Con un bel aperitivo di formaggi e salumi. Un aperitivo con gli amici può diventare ancora più piacevole se scegliamo un buon vino rosato fresco al posto del classico vino bianco. Puntiamo su rosati intensi, tipici dell’Abruzzo o della Puglia, come il Puglia IGP Rosato Unanotte 2018 dell’Azienda Agricola Sacco, 100% Nero di Troia perfetto per questo abbinamento.
  2. Con gli spaghetti ai frutti di mare. Qui è di rigore cercare la delicatezza. Un bel Chiaretto del lago di Garda o, se amiamo la Francia, un vino della Provenza, sono la scelta ideale. Noi vi consigliamo il Coteaux d’Aix-En-Provence Classic Rosè 2017 di Château Pigoudet. Un tipico rosato provenzale che saprà stupirvi con la sua eleganza.
  3. Con la cotoletta alla milanese. Anche questo piatto sfizioso e goloso può essere valorizzato da un bel calice di vino rosato. Specie se dotato di una bella acidità, bilancia perfettamente l’untosità della frittura. Il freschissimo Liguria di Levante IGT Rosato Le Argille 2017 è il rosato perfetto per accompagnarla.
  4. E quando si parla di frittura come dimenticare quella di pesce? La sottile dolcezza di scampi, calamari e gamberi si sposa alla perfezione con un bel rosato di media struttura. Come l’Irpinia Rosato DOC Visione 2017, vino campano ottenuto da uve Aglianico in purezza, che sa come esaltare i sapori e i profumi della frittura di pesce.
  5. Con la pizza, meglio se bianca, ossia senza pomodoro. Ai quattro formaggi o alle verdure anche la pizza è perfetta con un bel calice di vino rosato fresco. Provatela con il Toscana IGT Rosato Montespertoli 2017, un Sangiovese rosato fresco e profumato, ottimo per questo abbinamento tanto insolito quanto gustoso.

E gli spumanti?

Meritano una menzione a parte gli spumanti rosé, anch’essi appartenenti alla grande famiglia dei rosati. Ricavati da uve a bacca rossa in purezza o da assemblaggi particolari, presentano una struttura maggiore rispetto agli spumanti classici, e sono semplicemente ottimi per cene a base di pesce o in accompagnamento a freschi aperitivi estivi. In particolare, vi consigliamo due eccezionali spumanti rosé nostrani che hanno un forte legame con il territorio:

  • Il Cruasé Brut Millesimato Monteceresino 2013, dell’azienda Travaglino in Oltrepò Pavese. Ricavato con sole uve Pinot nero, proviene da una zona storicamente vocata alla produzione di spumanti rosé metodo classico.
  • LInfinito Rosé Brut di Fondo Montebello. Prodotto in Veneto, patria del Prosecco, ha la particolarità di essere ottenuto da uve Merlot in purezza.

Scopri ora  la nostra selezione per il mese di maggio dedicata ai migliori vini rosati italiani e internazionali. Potrai ordinarli in pochi click tramite la app o il sito di Winelivery, e riceverli in mezz’ora comodamente a casa tua alla giusta temperatura di servizio. Cosa aspetti a scoprire qual’è il tuo preferito?!