Storie, Racconti, Notizie sul mondo del Vino

Ego Cocktail Milano, Vesper Martini e distillati di qualità

Uno dei vantaggi maggiori di un lavoro come il nostro è quello di passare tanto tempo a contatto con dei veri e propri professionisti della mixology e, a Milano, un posto dove poter vedere, imparare e goderne del risultato è senza dubbio l’Ego Cocktail e Distillati di Qualità che potete trovare a questo indirizzo Alzaia Naviglio Pavese, 2, 20143 Milano MI

Il Vesper Martini di Ego Cocktail

Andrea e Fabio (in stretto regime alfabetico) hanno una storia splendida, entrambi sardi ed entrambi innamorati pazzi dei distillati, qualche anno fa decidono di trasferisti a Milano e di aprire questo piccolo locale, dando un tocco di tradizionalità unita all’innovazione nella preparazione di cocktail che sappiano sia soddisfare i clienti sia trasmettere la loro idea di miscelazione, dando un tocco esotico e sempre fresco a qualsiasi loro creazione si voglia provare.

Sono un loro affezionato cliente/fornitore e spesso, soprattutto in questo periodo, mi piace fermarmi a fare quattro chiacchiere davanti ad una loro creazione ma, ieri sera, non ho resistito ed ho chiesto un cocktail che sà di storia del cinema, di belle donne, di ambientazioni magnifiche e di azione perpetua…un Vesper Martini!

Gin, Vodka, Vermouth e scorza di limone…

Sembra facile a dirsi ma, come in ogni drink che si rispetti, sono innanzitutto gli ingredienti a fare la differenza e – il loro locale che non ha caso ha nel nome la dicitura distillati di qualità – non si risparmia soprattutto quando viene richiesto un grande classico come il Vesper.
Andrea ha utilizzato un Gin belga, il PJ Dry, con a base delle botaniche come il ginepro, il grano e l’arancia e gusto secco e diretto, la Vodka Belvedere che, pur rappresentando un grande classico, riesce sempre a legarsi perfettamente ai suoi compagni di viaggio e l’insostituibile Lillet Blanc (che ha sostituito il Kina Lillet ormai non in produzione da molti anni), vermouth sempre fresco, fruttato, leggero e soprattutto gustoso, e cioè i tre ingredienti classici di un cocktail inventato dalla penna di Ian Fleming e messo nelle mani del mitico James Bond che ha coniato la famosa frase per la sua preparazione “please, shaken not stirred” completandolo poi con l’immancabile scorza di limone che regala freschezza e piacevolezza non appena si prende in mano il bicchiere.

Insomma, ieri sera è stato il trionfo della qualità, saggezza nella preparazione e storicità del risultato…non posso che consigliarvi di provarlo preparato dai ragazzi di Ego Cocktail, ne rimarrete completamente soddisfatti!